CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 228/A

INTERROGAZIONE COCCO Pietro, con richiesta di risposta scritta, sulla mancata erogazione dei sensori per la misurazione intensiva della glicemia nei pazienti diabetici, da parte della ASL n. 7 di Carbonia e della ASL n. 8 di Cagliari.

***************

Il sottoscritto,

premesso che il diabete è la malattia metabolica più diffusa sia tra gli adulti, che tra i bambini e gli adolescenti e che anche in Sardegna si registra un progressivo aumento;

considerato che:
- le persone che ne sono affette necessitano di un monitoraggio continuo della glicemia in quanto la patologia crea numerose complicanze con effetti impattanti sulla qualità della vita;
- la ASL n. 7 di Carbonia e la ASL n. 8 di Cagliari non erogano gratuitamente ai pazienti diabetici i sensori per la misurazione intensiva della glicemia;

accertato che altre ASL della Sardegna, pur in assenza di una regolamentazione di carattere regionale, erogano gratuitamente i dispositivi in argomento;

considerata la discriminazione e la disparità di trattamento che viene riservata ai pazienti affetti dal diabete e che risiedono nell'ambito sanitario della ASL n. 7 di Carbonia e la ASL n. 8 di Cagliari,:

chiede di interrogare l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere:
1) se è a conoscenza che la ASL n. 7 di Carbonia e la ASL n. 8 di Cagliari non erogano gratuitamente i sensori per la misurazione intensiva della glicemia per i pazienti affetti dal diabete diversamente da quanto avviene in altre ASL della Regione;
2) se non ritenga opportuno, oltre che doveroso e urgente, uniformare le prestazioni di erogazione gratuita dei dispositivi per il controllo intensivo della glicemia anche ai cittadini che fanno capo alla ASL n. 7 e n. 8 in maniera omogenea al resto della Regione.

Cagliari, 10 dicembre 2014