CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 229/A

INTERROGAZIONE MORICONI, con richiesta di risposta scritta, sulla situazione di criticità del poliambulatorio di Orroli.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- il poliambulatorio di Orroli riveste una particolare valenza per il territorio in quanto serve un bacino di utenza di circa 8.500 persone ricadenti nei comuni di Orroli, Nurri, Escalaplano, e Siurgus Donigala;
- a seguito del trasferimento dell'odontoiatra da Orroli a Muravera, di fatto, è stato soppresso un'altro servizio fondamentale per le popolazioni dei comuni citati, già costrette ai gravi disagi della perifericità;
- per il ripristino del predetto servizio di odontoiatria il poliambulatorio ha dovuto richiedere la autorizzazione di altre 20 ore e, al momento l'istanza non ha avuto alcun termine di riscontro;

atteso che:
- ad ulteriore cagione di quanto esposto in premessa, il direttore del distretto Senorbì-Isili ha ridotto, a decorrere dal novembre 2014, l'apertura dell'ufficio ticket di Orroli nelle sole giornate di lunedì e giovedì, a fronte di una disponibilità precedente che assicurava il servizio tutti i giorni dal lunedì a venerdì;
- questa situazione di fatto vincola anche il servizio CUP (centro unico di prenotazione) che anch'esso potrà, di conseguenza, avvenire nei soli giorni di lunedì e giovedì con una evidente riduzione delle prestazioni;

denunciato che:
- le conseguenze dell'arretramento dei servizi sul territorio così come determinati, estranei ad ogni ipotesi o processo organico di razionalizzazione, sono gravemente penalizzanti per i cittadini di detto territorio, costretti ad un ulteriore pendolarismo, a maggiori spese, tempi di attesa e prenotazioni più lunghi;
- anche il Centro dialisi di Isili, fiore all'occhiello dei servizi sanitari territoriali, è sottoposto a stessa azione di riduzione del personale infermieristico, quindi, ad un abbassamento degli standard qualitativi garantiti sino a poco tempo fa;

rilevato che:
- l'intera circoscrizione ricadente nelle regioni della Barbagia di Seulo e del Sarcidano sembra patire le stesse problematiche derivanti dall'applicazione di criteri di scelta di politiche sanitarie anche in materia di trasferimenti di personale che, fatte salve le prerogative di legge, sembrano penalizzare particolarmente sempre gli stessi territori;
- nel piano aziendale per il poliambulatorio di Orroli parrebbe esserci una disponibilità alla spesa di risorse finanziare per un ammontare di 300.000 euro non utilizzate,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere se siano a conoscenza della situazione di grave disagio sopra esposta e se alla luce di quanto evidenziato non ritengano opportuno intervenire ai fine di assicurare una maggiore razionalità nelle scelte di politica sanitaria adottate nella Barbagia di Seulo e nel Sarcidano, ciò al fine di evitare che i cittadini possano subire contraccolpi negativi nella prestazione di un servizio essenziale e irrinunciabile per la zona.

Cagliari, 11 dicembre 2014