CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 237/A

INTERROGAZIONE TRUZZU, con richiesta di risposta scritta, sui tirocini gratuiti presso la Fondazione Sardegna Film Commission.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- in data 22 dicembre 2014 è apparsa sul sito internet della Regione (http://www.regionesardegna.it/j/v/13?s=270466&v=2&c=3&t=1) la notizia che la Fondazione Sardegna Film Commission è disponibile ad attivare tirocini formativi e di orientamento professionale gratuiti, di durata compresa tra un minimo di un mese e un massimo di tre mesi;
- i candidati possono essere iscritti a vari corsi di laurea, master o lauree specialistiche per i quali sia obbligatorio il riconoscimento di crediti formativi per tirocini curriculari;
- le domande degli eventuali candidati devono essere inviate via mail all'indirizzo filmcommission@regione.sardegna.it entro il 31 dicembre 2014;

considerato che:
- la legge n. 92 del 2012, recante disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita, meglio nota come "legge Fornero", nel demandare a un successivo accordo, in sede di Conferenza Stato/regioni, la definizione di linee-guida condivise in materia di tirocini formativi e di orientamento, ha stabilito all'articolo 1, comma 34, lettera d), che è obbligatorio il riconoscimento di una congrua indennità, anche in forma forfetaria, in relazione alla prestazione svolta;
- l'accordo tra il Governo, le regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano sul documento recante "Linee guida in materia di tirocini", siglato il 24 gennaio 2013, definisce i tirocini formativi e di orientamento finalizzandoli "ad agevolare le scelte professionali e l'occupabilità dei giovani nel percorso di transizione tra scuola e lavoro mediante una formazione a diretto contatto con il mondo del lavoro";
- lo stesso accordo precisa, al punto 4, che le regioni e province individuano soggetti, pubblici e privati, accreditati o autorizzati, che possono promuovere il tirocinio nel proprio territorio e ne danno pubblicità e visibilità nel rispetto dei principi di trasparenza e non discriminazione;
- lo stesso accordo, al punto 12, precisa che al tirocinante deve essere comunque corrisposta un'indennità per la partecipazione al tirocinio, di importo non inferiore ai 300 euro lordi mensili, anche al fine di evitare un uso distorto del tirocinio;
- lo stesso accordo, al punto 14, stabilisce che, ferme restando le competenze statali in materia di vigilanza e controllo, le regioni e le province autonome si impegnano ad operare per promuovere il corretto utilizzo dei tirocini, prevenendo le forme di abuso;

dato atto che:
- l'accordo succitato non si applica ai tirocini curriculari promossi da università, istituzioni scolastiche, centri di formazione professionale, ovvero tutte le fattispecie non soggette alle comunicazioni obbligatorie, in quanto esperienze previste all'interno di un percorso formale di istruzione o di formazione;
- gli stessi principi sopra richiamati sono contenuti nelle linee guida elaborate dall'Agenzia regionale del lavoro ad ottobre 2014 per attivare i tirocini nella Regione, come risulta anche dal portale SardegnaTirocini;

ritenuto che sia quantomeno singolare che una fondazione interamente controllata dalla Regione comunichi l'apertura di una procedura per l'attivazione di tirocini gratuiti in pieno periodo natalizio, lasciando aperto il bando per soli 9 giorni e prevedendo la sua scadenza esattamente all'ultimo giorno dell'anno,

chiede di interrogare l'Assessore regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport e l'Assessore regionale del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale per sapere se:
1) sia opportuno provvedere l'attivazione di una simile procedura in pieno periodo natalizio e se non sia più sensato e logico prevedere un termine più congruo per avanzare le candidature anche al fine di rispettare i summenzionati principi di trasparenza e non discriminazione;
2) la Fondazione Sardegna Film Commission sia da ricomprendere tra le università, istituzioni scolastiche, centri di formazione professionale, ovvero tutte le fattispecie non soggette alle comunicazioni obbligatorie;
3) la Fondazione Sardegna Film Commission sia pertanto tra i soggetti titolati a proporre tirocini gratuiti;
4) non sia opportuno per tutti i soggetti direttamente controllati dalla Regione che intendano promuovere tirocini, prevedere l'obbligo di un'indennità forfetaria, così come avviene per tutti i tirocini posti in essere dai soggetti pubblici.

Cagliari, 23 dicembre 2014