CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 245/A

INTERROGAZIONE ARBAU - LEDDA - AZARA - PERRA, con richiesta di risposta scritta, sulla necessità di approvvigionare la Diga Maccheronis per il funzionamento delle aziende agricole e soddisfare le necessità delle abitazioni.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- l'intera Baronia è in ginocchio a causa delle scarse precipitazioni avvenute negli ultimi tempi;
- nell'invaso del Maccheronis, ci sono meno di due milioni di metri cubi d'acqua appena sufficienti a garantire un utilizzo, per le campagne e per le abitazioni, solo per alcuni mesi;
- gli imprenditori agricoli, i piccoli coltivatori e gli allevatori sono quindi costretti a ricorrere alle autobotti e bidoni, utilizzando spesso mezzi di fortuna per approvvigionare case e bestiame;
- diversi titolari e rappresentanti di categoria si sono già recati in comune a presentare le loro lamentele e sollecitare provvedimenti perché la situazione è ormai al collasso;

considerato che:
- le amministrazioni comunali hanno dichiarato lo stato di calamità naturale informando la Regione della drammatica situazione venutasi a creare in tutto il territorio per la mancanza d'acqua;
- il Consorzio di bonifica della Sardegna centrale ha comunicato il raggiungimento del livello d'emergenza disponendo, quindi, la chiusura dei rubinetti aziendali e dirottando l'acqua solo per scopi civili verso i potabilizzatori di Abbanoa;

valutato che:
- sono a secco i rubinetti delle aziende agricole della piana che va da Siniscola a San Teodoro, con le restrizioni che dovrebbero continuare sino a quando la situazione non tornerà alla normalità, con il riempimento dell'invaso;
- sottolineato che i sindaci della Baronia si sono rivolti alla Protezione civile per un intervento, attraverso l'approvvigionamento di acqua con autobotti per le situazioni più estreme, che riguardano aziende agricole e numerose case coloniche prive totalmente;
- rilevato che la Protezione civile ha dichiarato la propria estraneità agli interventi richiesti;
- evidenziato che la situazione ha raggiunto un livello di emergenza non più sostenibile, a causa del perdurare della siccità,

chiede di interrogare l'Assessore regionale della difesa dell'ambiente e l'Assessore regionale dell'agricoltura e riforma agro-pastorale per sapere se:
1) non ritengano opportuno un intervento urgente ed improcrastinabile, al fine di individuare adeguate soluzioni a questo grave disagio;
2) quali sono i soggetti istituzionali deputati ad un approvvigionamento straordinario per quei territori colpiti con maggiore recrudescenza da tale calamità.

Cagliari, 15 gennaio 2015