CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 271/A

INTERROGAZIONE LAI - COCCO Daniele Secondo, con richiesta di risposta scritta, sulla riorganizzazione e razionalizzazione del lavoro all'interno dei laboratori di analisi della ASL di Cagliari.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- la ASL di Cagliari, con delibera n. 115 del 28 gennaio 2015, intende dare attuazione ad un programma di riordino e riorganizzazione del lavoro all'interno delle strutture dei laboratori di analisi, nelle more della definizione del progetto di accorpamento e razionalizzazione dell'area dei laboratori di analisi in ambito aziendale;
- tra i vari laboratori oggetto di applicazione immediata della succitata delibera, è compreso anche il laboratorio analisi del PO San Giuseppe di Isili;

tenuto conto che si tratterebbe di privare i cittadini di un servizio che attualmente ricopre l'arco dell'intera giornata, in un territorio già fortemente penalizzato e che presenta forti criticità, tra le quali l'inefficiente sistema di trasporto pubblico locale, l'isolamento, che porterebbe, di conseguenza, il cittadino, che già ha problemi di salute, a rivolgersi e quindi raggiungere, con non poche difficoltà, un PO dell'hinterland;

evidenziato che:
- l'obiettivo di tale delibera dovrebbe essere quello di razionalizzare la spesa sanitaria, ma convertire le guardie attive notturne e festive dei tecnici di laboratorio in "pronta disponibilità" è certamente molto più oneroso e meno rispondente alle esigenze del cittadino che perde il diritto ad avere un servizio di qualità;
- sopprimere il servizio di analisi non significa solo mettere in discussione il laboratorio, ma pregiudicare anche l'ottimo lavoro svolto dai reparti di dialisi, diabetologia e oncologia che funzionano e hanno sempre funzionato in modo eccellente;

sottolineato che:
- il laboratorio di analisi presso il PO di Isili è l'unico nel raggio di 80 km e viene utilizzato dai distretti del Sarcidano-Barbagia di Seulo e dalla Trexenta, anche se inspiegabilmente quest'ultima, per la diagnosi delle analisi, fa riferimento a presidi ospedalieri di Cagliari;
- la razionalizzazione e la riorganizzazione dei laboratori di analisi, così come quelli dei PO non si riformano dall'alto senza un costruttivo confronto con le comunità interessate,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere se siano a conoscenza del progetto di accorpamento e razionalizzazione dell'area dei laboratori di analisi in ambito aziendale, e come intendano intervenire per evitare che l'attuazione della delibera n. 115 del 28 gennaio 2015, sottragga un servizio utile e indispensabile nel PO di Isili che sarebbe da valorizzare e non tagliare, tenuto conto, come già più volte sottolineato, delle già disagiate e particolari condizioni territoriali in cui versano i comuni interessati.

Cagliari, 5 febbraio 2015