CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 288/A

INTERROGAZIONE PIZZUTO, con richiesta di risposta scritta, sui continui disservizi del traffico ferroviario nel Sulcis.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- l'ex provincia di Carbonia-Iglesias è servita dal traffico ferroviario attraverso le stazioni di Iglesias, Villamassargia e Carbonia-Serbariu;
- il traffico ferroviario da queste località si svolge utilizzando un unico binario, con gravi conseguenze sulla qualità e la tempistica del servizio;

preso atto che nella "Carta dei servizi Direzione regionale Sardegna 2014" è riportato testualmente che: "l'offerta della Direzione Regionale Sardegna di Trenitalia, sino a qualche anno fa prevalentemente a "domanda" si sta progressivamente indirizzando verso il sistema di orario cadenzato, con orari di partenza che avvengono agli stessi minuti di ogni ora, consentendo così ai clienti una facile memorizzazione. Le novità dell'orario cadenzato hanno trovato la prima applicazione nelle relazioni Cagliari-Iglesias-Carbonia, con l'entrata in vigore dell'orario del 12 giugno 2011 e verranno confermate per l'orario 2014. Dette variazioni d'orario, concordate con l'Assessorato regionale dei trasporti, i comuni di Carbonia e Iglesias e la Provincia di Carbonia-Iglesias, consentono anche una migliore integrazione dei servizi ferroviari con la rete dei trasporti pubblici urbani ed extraurbani."

accertato che nell'ultimo periodo si sono verificati numerosi disservizi, ritardi, soppressioni di corse e riduzione dei confort a bordo dei mezzi che servono le tratte sulcitane e, in particolare, che nei mesi di gennaio e febbraio 2015 sono state segnalati diversi ritardi superiori ai venti minuti nella tratta Iglesias-Cagliari e svariate soppressioni di corse, anche successive, che hanno portato a una mancata copertura del servizio per diverse ore della giornata;

considerato che le stazioni di Carbonia e Iglesias sono essenziali per i pendolari e gli studenti che ogni giorno si spostano nel capoluogo sardo per lavoro e studio, in quanto il mezzo ferroviario, visto anche lo stato del trasporto su strada, è per tali soggetti mezzo esclusivo per raggiungere le località di interesse,

chiede di interrogare l'Assessore regionale dei trasporti:
1) per sapere se sia a conoscenza dei fatti esposti in premessa e quali provvedimenti di competenza intenda adottare, al fine di monitorare la situazione con continuità e sanare i numerosi disservizi del trasporto ferroviario nel Sulcis;
2) per sapere se la Regione ha stipulato o, in mancanza, intenda stipulare una carta servizi con Trenitalia per disciplinare tariffe, orari e sanzioni sui mancati adempimenti;
3) per capire se è allo studio la possibilità di utilizzare un secondo binario che permetterebbe una maggiore flessibilità dei mezzi e una migliore qualità dei servizi.

Cagliari, 18 febbraio 2015