CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 308/A

INTERROGAZIONE CHERCHI Oscar, con richiesta di risposta scritta, sulle iniziative politiche adottate dall'Assessorato regionale dell'agricoltura e della riforma agro-pastorale per consentire la movimentazione di carni suine dalla Sardegna in vista dell'Expo di Milano.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- dal 1° maggio al 31 ottobre si terrà a Milano l'esposizione universale, Expo Milano 2015, che tratterà il tema "Nutrire il pianeta, energia per la vita", dando vita al più grande evento mai realizzato avente a oggetto l'alimentazione;
- si stima che prenderanno parte all'esposizione oltre 20 milioni di visitatori in un'area espositiva di 1,1 milioni di metri quadri, nel quale saranno rappresentati 140 tra Paesi e organizzazioni internazionali;
- la Sardegna prenderà parte all'evento con un proprio spazio espositivo investendo tre milioni e mezzo di euro;

rilevato che:
- nei confronti della Sardegna, a causa della presenza endemica della peste suina africana nell'Isola da oltre 35 anni, la Comunità europea ha stabilito il divieto assoluto di esportazione dei suini vivi, delle carni fresche, dei salumi e, comunque, di tutto ciò che sia prodotto con carne ottenuta da suini nati e allevati in tutto il nostro territorio;
- il Ministero della salute e la Comunità europea non intendono concedere una deroga in vista dell'Expo Milano 2015 per consentire alla nostra Regione di poter presentare ai visitatori la più nota peculiarità gastronomica della nostra terra;
- tale deroga è invece stata concessa per carni di provenienza extra europea e, addirittura, per alimenti piuttosto singolari come insetti, scarafaggi e carne di coccodrillo;

preso atto:
- del fatto che la PSA non è trasmissibile agli uomini, pertanto la movimentazione delle carni sarde non produrrebbe alcun rischio sanitario;
- che un'occasione come quella dell'Expo 2015 deve essere sfruttata al meglio dalla nostra Isola per promuovere i propri prodotti gastronomici, di cui il maialetto è l'indiscussa eccellenza, pertanto non è plausibile che non sia concessa la deroga necessaria,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'agricoltura e della riforma agro-pastorale per conoscere quali misure intendano adottare al fine di ottenere dallo Stato e dalla Comunità europea le deroghe necessarie per poter consentire di presentare il maialetto sardo e gli altri prodotti gastronomici isolani derivati dalle carni del maiale, all'Expo Milano 2015.

Cagliari, 3 marzo 2015