CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 312/A

INTERROGAZIONE SALE - ZEDDA Paolo Flavio, con richiesta di risposta scritta, sull’ipotesi di accorpamento dell’Osservatorio astronomico di Cagliari (Oac) con Bologna.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- l’Osservatorio astronomico di Cagliari (Oac), che gestisce autonomamente il radiotelescopio di San Basilio, è il più avanzato e sensibile d’Europa e il secondo più importante nel mondo, rappresentando, quindi, un'eccellenza della Sardegna finanziata con fondi regionali;
- l'Oac è presente dal 1999 nell'Isola e rappresenta un centro all’avanguardia per la qualità della ricerca nel campo dell'astrofisica, vantando anche numerose pubblicazioni sulla prestigiosa rivista scientifica Science;
- nel corso degli anni, la Regione ha investito ingenti risorse per lo sviluppo del Sardinia radio telescope (SRT), per la formazione di giovani ricercatori, nonché per la realizzazione della nuova sede dell' Osservatorio, dando vita a un centro di ricerca di livello internazionale;
- all'Oac lavorano 21 ricercatori e tecnologi, 18 tecnici, 5 amministrativi, 15 borsisti e assegnisti, 3 dottorandi, 4 docenti ed ex docenti universitari;

valutato che:
- il management della radio astronomia nell’Istituto nazionale di astrofisica (INAF) prevede l’accorpamento delle due strutture di Cagliari e Bologna, decretando, di fatto, il declassamento dell'Oac trasferendo fuori dall’Isola le competenze scientifiche e le funzioni amministrative;
- il personale dell’Osservatorio astronomico di Cagliari si è espresso in maniera determinata e unanime contro l'ipotesi di accorpamento attraverso un comunicato ufficiale in cui si sottolinea come tutto il personale "è pronto e determinato a perseguire tutte le possibili legittime azioni per fermare questo processo di unificazione che rifiuta con fermezza",

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale della programmazione, bilancio, credito e assetto del territorio per sapere se, alla luce di quanto sopra esposto, intendano implementare ogni azione possibile per fermare l'accorpamento dell'Osservatorio astronomico di Cagliari al polo scientifico di Bologna, in modo da tutelare gli interessi della Sardegna in un settore così importante dell'economia globale.

Cagliari, 4 marzo 2015