CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 361/A

INTERROGAZIONE SALE, con richiesta di risposta scritta, sull'abbattimento dei bovini in località Coluccia nel Comune di Palau.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- nel 1992 la legislazione svizzera fu modificata per riconoscere agli animali lo status di esseri anziché cose; nel 2002, la Germania votò per aggiungere le parole "e degli animali" alla clausola della Costituzione che obbliga lo Stato a rispettare e proteggere la dignità degli esseri umani;
- in Italia la normativa di riferimento è regolata dalla legge 20 luglio 2004, n. 189 (Disposizioni concernenti il divieto di maltrattamento degli animali, nonché di impiego degli stessi in combattimenti clandestini o competizioni non autorizzate);

valutato che:
- l'articolo 544 bis della legge n. 189 del 2004, stabilisce che "Chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona la morte di un animale è punito con la reclusione da tre mesi a diciotto mesi";
- l'articolo 544 ter della legge n. 189 del 2004 recita che "Chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona una lesione ad un animale ovvero lo sottopone a sevizie o a comportamenti o a fatiche o a lavori insopportabili per le sue caratteristiche ecologiche è punito con la reclusione da tre mesi a un anno o con la multa da 3.000 a 15.000 euro. La stessa pena si applica a chiunque somministra agli animali sostanze stupefacenti o vietate ovvero li sottopone a trattamenti che procurano un danno alla salute degli stessi. La pena è aumentata della metà se dai fatti di cui al primo comma deriva la morte dell'animale.";

considerato che:
- con l'ordinanza contingibile e urgente n. 3 del 16 aprile 2015 il sindaco di Palau ordina, previa sua autorizzazione e/o del responsabile del Settore vigilanza, prevede ed autorizza l'abbattimento dei bovini selvatici riconducibili ad una stessa mandria in stato di abbandono proveniente verosimilmente da località Coluccia del Comune di Santa Teresa di Gallura e che vivono allo stato brado nelle aree comprese fra l'abitato di Barabissa, Angolo Azzurro, Porto Pollo fino al confine territoriale con Santa Teresa di Gallura;
- le barbare modalità con cui sono stati effettuati gli abbattimenti e quanto si legge sul sito istituzionale del Comune di Palau ovvero che "in merito all'abbattimento di capi bovini nel territorio del comune di Palau, il sindaco precisa che l'amministrazione ha avviato un'inchiesta interna per verificare se ci siano state delle inadempienze nell'applicazione dell'ordinanza comunale da parte dei "Selecontrollori" abilitati e incaricati dell'abbattimento dei suddetti bovini per ragioni di pubblica sicurezza e incolumità";
- lo stesso problema si sta verificando a Palmadula nella zona di S'Eremitu, Signaddoggiu, Melzi e Pedru Siligu,

chiede di interrogare il Presidente della Regione, l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale e l'Assessore regionale della difesa dell'ambiente per sapere se, alla luce di quanto sopra esposto, intendano procedere con una verifica degli uffici dei propri assessorati su quanto accaduto a Palau e se intendano predisporre una piano che trovi una soluzione alternativa all'abbattimento per i bovini selvatici che si trovano nella stessa situazione di quelli sopra descritti.

Cagliari, 22 aprile 2015