CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 366/A

INTERROGAZIONE TATTI, con richiesta di risposta scritta, sulla situazione di ridimensionamento del centro intermodale di Abbasanta.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- sono passati solo alcuni mesi dall'inaugurazione del centro intermodale di Abbasanta e, nell'occasione, gli amministratori, sia comunali sia regionali, si sono impegnati a potenziare i nodi di interscambio (ferrovia-ferrovia, ferrovia-autobus) già presenti ad Abbasanta, e punto di riferimento fondamentale per la rete regionale dei trasporti, grazie soprattutto alla sua posizione strategica;
- inoltre, il detto centro occupa venti unità lavorative;

precisato che, in difformità a quanto annunciato, si sta assistendo a una parziale modifica delle linee facenti capo al deposito ARST di Abbasanta attraverso un potenziamento del centro ARST di Macomer;

emblematica è l'aggiunta di un nuovo collegamento tra Macomer-Noragugume-Borore-Sedilo-Ottana-Nuoro, nonostante Macomer disponga già di una linea diretta di collegamento con Nuoro attraverso un tragitto più breve e come effetto di questa modifica si paventi la sottrazione di un'unita di lavoro dal deposito di Abbasanta: la linea viene, infatti, verrebbe coperta da un operatore del deposito di Macomer;

considerato che così operando si presenterà un disagio anche da parte degli utenti che saranno costretti a trasbordi di mezzi e allungamento delle tratte con conseguente sacrificio di tempo e comodità nonché la stabilità lavorativa degli occupati nel centro intermodale di Abbasanta;

considerato, inoltre, che risulterebbe imminente la riprogrammazione della linea Abbasanta-Alghero, sottraendo così un'ulteriore unità lavorativa dallo stesso deposito di Abbasanta;

concluso che dalla data situazione emergerebbero atteggiamenti in favore al deposito di Macomer ponendo, così, in secondo piano le difficoltà per i passeggeri e i costi reali sostenuti dall'azienda,

chiede di interrogare l'Assessore regionale dei trasporti al fine di riferire sulla situazione presentata e su quali azioni intenda porre a tutela della forza lavoro e i passeggeri del territorio.

Cagliari, 28 aprile 2015