CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 374/A

INTERROGAZIONE ZEDDA Alessandra - PITTALIS - CAPPELLACCI - CHERCHI Oscar - TEDDE - LOCCI - FASOLINO - PERU - RANDAZZO - TOCCO - TUNIS, con richiesta di risposta scritta, sull'armonizzazione dei sistemi contabili, ai sensi dell'articolo 2 della legge regionale 9 marzo 2015, n. 5.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- ai sensi dell'articolo 2 (Adeguamento al decreto legislativo n. 118 del 2011) della legge regionale 9 marzo 2015, n. 5, la Regione deve procedere all'armonizzazione dei sistemi contabili;
- a decorrere dal 1° gennaio 2015, nelle more del riordino della normativa regionale in materia di programmazione, bilancio e contabilitą, le disposizioni di cui al decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 (Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42) e successive modifiche e integrazioni, si applicano al bilancio regionale in via esclusiva, in sostituzione di quelle previste dalla legge regionale n. 11 del 2006, le cui disposizioni si applicano per quanto compatibili;
- a tal fine, entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della legge finanziaria di cui sopra, il bilancio di previsione per gli anni 2015-2017, elaborato sulla base dello schema di bilancio prescritto dal decreto legislativo n. 118 del 2011 e successive modifiche e integrazioni, sarebbe dovuto essere trasmesso al Consiglio regionale;

dato atto che:
- con propria deliberazione, n. 16/7 del 14 aprile 2015, la Giunta regionale, su proposta dell'Assessore competente in materia di bilancio, ha approvato le direttive di applicazione alla gestione contabile dell'esercizio finanziario 2015, dei principi di cui al titolo I del decreto legislativo n. 118 del 2011 e successive modifiche e integrazioni;
- tali direttive devono essere trasmesse, per conoscenza, al Consiglio regionale;

considerato che:
- a oggi, non risulta ancora rispettato l'adempimento previsto al comma 2 della legge regionale n. 5 del 2015;
- il portale di reportistica direzionale del Consiglio regionale, sistema di business intelligence per l'Amministrazione regionale e per il cittadino, che, da un lato, consente di effettuare un'analisi approfondita delle informazioni raccolte sul sistema SIBAR dal 2007 e, dall'altro, estende le potenzialitą dell'analisi su tutti gli altri sistemi utilizzati dalla Regione autonoma della Sardegna per la gestione di informazioni eterogenee di vario carattere, sociali, anagrafiche, demografiche, ecc., a oggi, č fermo all'annualitą 2014,

chiedono di interrogare l'Assessore regionale della programmazione, bilancio, credito e assetto del territorio per sapere:
1) se sia a conoscenza della situazione di grave disagio in ordine al funzionamento del sistema informatico, rilevato che non č possibile acquisire alcun dato finanziario in ordine all'annualitą 2015;
2) quali atti, ai sensi dell'applicazione della legge regionale n. 5 del 2015, la Giunta regionale ha definito;
3) entro quali tempi sarą possibile avere i dati del bilancio 2015 armonizzato, o almeno sarą attivata la consultazione della situazione finanziaria, al fine di poter rilevare lo stato dell'entrata e della spesa relativi all'annualitą 2015 sia in termini di accertamenti, impegni, riscossioni e pagamenti.

Cagliari, 5 maggio 2015