CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 422/A

INTERROGAZIONE MANCA Pier Mario - CHERCHI Augusto - UNALI - BUSIA - DESINI, con richiesta di risposta scritta, sulla situazione dei pagamenti PSR 2007/2013, in previsione del disimpegno automatico.

***************

I sottoscritti,

premesso che mancano poco più di sei mesi alla chiusura definitiva della vecchia programmazione agricola PSR 2007/2013 e dai dati pubblicati sul sito ufficiale AGEA l'avanzamento della spesa effettivamente sostenuta dalla Regione al 29 maggio 2015 è pari ad euro 1.260.196.273 (80,53 per cento) e rimangono da spendere entro il 31 dicembre 2015 euro 249.327.713,03 (19,41 per cento);

considerato che:
- dai dati ufficiali pubblicati da AGEA, dal 1° marzo 2015 al 29 maggio 2015 sono stati decretati pagamenti per soli euro 12.601.962,73 e che a tutt'oggi non risultano incoraggianti aumenti del livello di spesa sono sempre più consistenti le possibilità di un disimpegno automatico, nell'ordine di decine di milioni di euro, delle somme FEASR;
- da un semplice calcolo, sempre basato sui dati ufficiali AGEA si evince che per recuperare il notevole ritardo della spesa e conseguentemente evitare il disimpegno automatico al 31 dicembre 2015 la Regione (Assessorato regionale dell'agricoltura e riforma agro-pastorale e ARGEA) dovrebbe spendere nei duecento giorni che mancano alla fine dell'anno mediamente euro 1.246.638,56 al giorno lavorando sette giorni su sette, Natale compreso;
- è evidente che si sconta una situazione di crisi finanziaria del comparto primario che si protrae da alcuni anni, ma è altrettanto vero che da mesi i sindacati di categoria e parte della classe politica hanno segnalato la stagnazione della spesa e le difficoltà ad incrementarla;
- da più parti si è posta in evidenza la difficoltà di gestione della spesa legata all'estrema burocratizzazione dei bandi e alla mancanza di una puntuale riprogrammazione delle risorse ovvero della mancanza di una linea politica capace di saper leggere dati e tabelle per rilanciare la spesa e l'economia del settore primario;
- sicuramente si avrà, si spera, un aumento dei livelli di spesa prima della scadenza del ciclo di programmazione 2007/2013, ma difficilmente si potranno raggiungere livelli tali da scongiurare il disimpegno automatico entro il 31 dicembre 2015;
- in mancanza di notizie diverse, se entro il mese di giugno la situazione non si sblocca, ci si potrebbe trovare nella situazione reale di sperpero di denaro pubblico con l'inevitabile condanna a restituire ingenti somme di denaro alla Comunità europea;
- il 31 dicembre 2015 è prevista la chiusura finanziaria del ciclo di programmazione PSR 2007/2013;

verificato che rimangono da decretare entro il 31 dicembre 2015 euro 249.327.713,03;

accertato che la mancata realizzazione della spesa porterebbe al disimpegno di decine di milioni di euro (quota FEARS del finanziamento);

rilevato che la Giunta regionale nel suo programma politico ha espresso la volontà di utilizzare al meglio le risorse europee e in particolare i fondi legati al piano di sviluppo rurale (PSR),

chiedono di interrogare l'Assessore regionale dell'agricoltura e riforma agro-pastorale per sapere:
1) se sia a conoscenza della situazione dei pagamenti e delle rendicontazioni di spesa PSR 2007/2013 della Regione;
2) se corrisponda al vero che, con gli attuali livelli di impegni di pagamento, si è a rischio di disimpegno automatico per decine di milioni di euro;
3) quali siano le misure prese, a tutti i livelli organizzativi (assessorato e agenzie regionali) per incrementare la spesa entro il 31 dicembre 2015;
4) se sia stata prevista una riprogrammazione delle somme non impegnate per accelerare i livelli di spesa;
5) da ultimo, ma non ultimo, se il nuovo ciclo di programmazione 2014/2020 preveda una semplificazione degli iter burocratici e una gestione univoca dei bandi.

Cagliari, 10 giugno 2015