CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 434/A

INTERROGAZIONE TENDAS, con richiesta di risposta scritta, sulla bonifica del Rio Mare Foghe a seguito dell'invasione dei giacinti d'acqua.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- puntualmente, anche quest'anno si è verificata l'ennesima invasione dei giacinti d'acqua che rischia seriamente di determinare il soffocamento del Rio Mare Foghe, con la conseguente moria di pesci che sta devastando il patrimonio ittico dell'intera zona;
- le zone umide dell'oristanese non sono solo di appartenenza dei singoli comuni, ma costituiscono un patrimonio ambientale di valenza regionale da tutelare, salvaguardare e valorizzare; unicità simili a quelle del golfo di Oristano sono il risultato di millenni nell'ingegneria perfetta della natura e non è possibile che in pochi anni si corra il rischio di perdere questo patrimonio di ricchezze naturalistiche che, peraltro, costituiscono volano per il lavoro legato al turismo e, di sostentamento per tantissime famiglie, quelle dei pescatori, che sofferenti per tante problematiche ogni anno devono difendere a denti stretti le loro acque, il loro lavoro;

dato atto che tale fenomeno si sta ripresentando ormai periodicamente causando oltre a problemi di natura sanitaria a causa della moria di pesci anche il rischio idrogeologico, che potrebbe portare, come già accaduto negli anni passati, a un potenziale allagamento del centro abitato;

considerato che la crescita esponenziale del giacinto d'acqua, pianta killer tipica delle zone tropicali, preoccupa i sindaci e le popolazioni dei Comuni di Riola Sardo, Nurachi, Baratili S. Pietro, Zeddiani, Tramatza e San Vero Milis anche perché la presenza di queste erbe infestanti favorisce la presenza e la proliferazione di zanzare, compresa la West Nile che, proprio in queste realtà, negli anni scorsi, ha causato la morte di diversi cittadini,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale della difesa dell'ambiente per conoscere quali misure la Giunta regionale intenda adottare al fine di intervenire con la massima urgenza per bonificare il Rio Mare Foghe;

chiede, inoltre, di valutare se non risulti opportuno, sulla base di esperienze già condotte in altre realtà, adottare forme sperimentali di lotta biologica che consentano di eliminare questa forma di inquinamento.

Cagliari, 30 giugno 2015