CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 452/A

INTERROGAZIONE CAPPELLACCI - PITTALIS - CHERCHI Oscar - FASOLINO - LOCCI - PERU - RANDAZZO - TEDDE - TOCCO - TUNIS - ZEDDA Alessandra, con richiesta di risposta scritta, sulla siccità di una vasta area dello stagno di Molentargius.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- un'area dello stagno di Molentargius, tanto vasta da essere visibile anche a distanza di diversi chilometri, risulta essere rimasta da alcuni mesi "a secco";
- la zona senza acqua si estende dal quartiere cagliaritano di Genneruxi alla zona di Is Pontis Paris;
- nei mesi scorsi il sito in questione è stato interessato da una serie di interventi, che hanno visto ruspe e altri mezzi pesanti operare all'interno del parco;
- intervistato da un quotidiano regionale, il direttore del Parco ha affermato che i livelli idraulici sono gestiti in funzione delle specie presenti e vengono tenuti bassi per permettere la nidificazione";
- tuttavia, in un successivo passaggio, lo stesso direttore ammette che il compendio è molto grande e magari a volte non tutto è perfetto;
- il quotidiano regionale riporta, altresì, le dichiarazioni della biologa del Parco, secondo la quale i lavori sono andati benissimo e il livello basso delle acque nel Bellarosa maggiore è dato dal periodo di grande traspirazione; sta funzionando l'alimentazione delle due idrovore che prelevano l'acqua del mare;
- la biologa aggiunge che va considerato che in questo periodo c'è una grande evaporazione;
- quest'ultimo aspetto, in una città come Cagliari, è un fatto tutt'altro che sorprendente e imprevedibile perfino per chi non è esperto in materia;
- secondo quanto dichiarato dalla stessa biologa, inoltre, si è creata la condizione che potrebbe portare alla diminuzione della mortalità dei pulli,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale della difesa dell'ambiente per conoscere:
1) se siano a conoscenza della situazione in cui versa una vasta area dello stagno di Molentargius;
2) se ritengano opportuno verificare la corretta esecuzione dei lavori in un'area di pregio ambientale e naturalistico e sul rigoroso rispetto di tutte le cautele previste per questo tipo di intervento;
3) se la Giunta regionale intenda compiere urgentemente accurate verifiche sui livelli idraulici e sull'alimentazione delle due idrovore che portano l'acqua dal mare;
4) se la Giunta regionale intenda verificare lo stato dell'arte riguardo alla nidificazione dell'ultimo anno e alla mortalità dei pulli.

Cagliari, 15 luglio 2015