CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 480/A

INTERROGAZIONE TENDAS, con richiesta di risposta scritta, sulle problematiche inerenti la presentazione da parte dei comuni della Sardegna dei piani personalizzati di sostegno alle persone con grave disabilità di cui alla legge regionale 29 maggio 2007, n. 2 (legge finanziaria 2007), articolo 34 "Fondo per la non autosufficienza".

***************

Il sottoscritto,

vista la legge n. 162 del 1998;

vista la legge regionale 29 maggio 2007, n. 2 (legge finanziaria 2007), articolo 34 "Fondo per la non autosufficienza", con la quale la Regione eroga finanziamenti ai comuni per la realizzazione di piani personalizzati che prevedono interventi socio-assistenziali a favore di bambini, giovani, adulti e anziani con disabilità grave, finalizzati allo sviluppo della piena potenzialità della persona, al sostegno alle cure familiari ed alla piena integrazione nella famiglia, nella scuola e nella società;

vista la deliberazione n. 33/11 del 30 giugno 2015 con la quale la Giunta regionale autorizzava la prosecuzione dei piani personalizzati di sostegno alle persone con grave disabilità e l’avvio dei nuovi piani del fondo regionale per la non autosufficienza;

vista, altresì, la nota prot. n. 11531 del 10 luglio 2015 con la quale la Direzione generale delle politiche sociali - Servizio programmazione e integrazione sociale diramava ulteriori indicazioni operative sulla presentazione dei piani personalizzati di sostegno alle persone con grave disabilità e l’avvio dei nuovi piani del fondo regionale per la non autosufficienza;

dato atto che i comuni dovranno presentare alla Direzione generale delle politiche sociali - Servizio programmazione e integrazione sociale le richieste di finanziamento e la comunicazione delle economie entro il 10 settembre 2015;

evidenziato che numerose amministrazioni comunali hanno manifestato difficoltà procedurali in merito alla presentazione in tempo utile dei piani personalizzati in oggetto, per via dei tempi di erogazione dell’ISEE, specie durante il periodo estivo che risulta condizionato negativamente a causa della chiusura per ferie dei CAF abilitati al rilascio, nonché la contemporanea assenza per ferie dei responsabili degli uffici servizi sociali comunali, con comprensibili, inevitabili e conseguenti ritardi operativi,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l’Assessore regionale dell’igiene e sanità e dell’assistenza sociale per sapere se non ritengano opportuno prorogare i termini di presentazione dei piani personalizzati di sostegno alle persone con grave disabilità di cui all'articolo 34 della legge regionale 29 maggio 2007, n. 2.

Cagliari, 7 agosto 2015