CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 495/A

INTERROGAZIONE CARTA, con richiesta di risposta scritta, sulla decisione di effettuare in concomitanza di Bitas 2015 la 36° edizione del Turisport.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- nei giorni 2, 3 e 4 ottobre si svolgerà a Dorgali e Calagonone la quinta edizione della Borsa internazionale del turismo attivo in Sardegna - Bitas 2015;
- la BITAS rappresenta ogni anno la naturale continuazione dell'attività di crescita del turismo attivo con l'obiettivo di favorire l'incontro tra offerta turistica sarda e domanda nazionale e internazionale nell'ambito del turismo attivo.
- la BITAS è l'unica manifestazione sul turismo di valenza internazionale organizzata dalla Regione con un impegno finanziario e organizzativo rilevante;
- viene coinvolto anche il comune ospitante che a sua volta profonde risorse umane e finanziarie per consentire il miglior risultato possibile;
- del pari è coinvolta con un impegno finanziario anche la Camera di commercio di Nuoro;
- gli operatori del territorio sono impegnati, a loro volta, in termini finanziari e organizzativi con il pieno coinvolgimento delle loro strutture e loro personalmente con tutte le risorse aziendali;
- per le zone interne rappresenta un'occasione unica per la loro promozione e proiezione verso l'esterno anche grazie alla presenza e all'accreditamento di numerosi giornalisti di importanti testate italiane ed estere;
- la Provincia di Nuoro attraversa una delle più gravi crisi della sua storia con interi comparti in sofferenza, con migliaia di operai senza lavoro, con famiglie impossibilitate a garantire un futuro ai loro figli, con aziende che chiudono, altre che sono in procinto di chiudere, senza alcuna speranza che faccia intravedere un qualche segnale di ripartenza dell'economia;
- la BITAS 2015 non è il rimedio, ma solo un contributo che si vuol dare nell'importantissimo settore economico del turismo, incentrato sulle risorse ambientali, territoriali e culturali di questo territorio;
- l'impegno verso questi territori da parte della Regione è stato ampiamente testimoniato durante incontri istituzionali alla presenza del Presidente Pigliaru e altri assessori regionali al seguito, nei quali si è confermata l'attenzione della Regione verso questa particolare zona della Sardegna;
- seppur in sofferenza la situazione dell'area di Cagliari è ben diversa e gli operatori di questa non sono in sofferenza come gli altri;
- in questa situazione sembra il minimo istituzionalmente dovuto "proteggere" anche le iniziative che si vanno a svolgere nella Provincia di Nuoro tanto più quando a pagare e a sponsorizzare è la Regione;

vista la recentissima decisione del consiglio di amministrazione dell'Ente fiera della Sardegna di programmare in concomitanza della Bitas 2015 anche l'edizione del Turisport 2015 già prevista per la settimana successiva alla Bitas;

considerato che:
- l'iniziativa viene così descritta: dal 2 al 4 ottobre Cagliari ospita la 36° edizione del Turisport, il salone dello sport, motori, attrezzature sportive, promozione turistica, fitness, wellness, animazione, pratica sportiva;
- la Bitas è la principale esposizione internazionale del turismo in Sardegna, specializzata nel turismo attivo uno dei settori a maggiore crescita per l'Isola; è l'unico marketplace B2B dove i buyer internazionali possono incontrare tutti gli operatori dell'offerta locale; ma Bitas è anche seminari di formazione su temi di attualità del mercato del turismo attivo; Bitas è organizzato come un evento laboratorio, e mira a stabilire rapporti commerciali tra tour operator internazionali e le società sarde coinvolte nel turismo locale;
- come appare evidente, fra le due manifestazioni vi è un'affinità di temi, di proposte e di soggetti destinatari;
- prevedere contemporaneamente due iniziative di questa rilevanza appare una decisione definibile eufemisticamente inopportuna;
- questa decisione può a buon diritto considerarsi un atto di arroganza di un consiglio di amministrazione totalmente avulso dalla realtà quotidiana della Sardegna, che nulla ha fatto, sta facendo e sicuramente farà per migliorare le sorti della nostra terra;
- questa iniziativa contrasta con ogni e qualunque proposito di sostegno verso le zone interne della Sardegna;
- non può un consiglio di amministrazione, tra l'altro soggetto ad un commissario nominato dalla Giunta regionale, assumere decisioni di questa portata senza un preliminare raccordo e accordo con l'istituzione massima sarda che investe in queste iniziative;

ritenuto che la decisione di anticipare il Turisport 2015 sia denunciare a nome di tutti i sindaci e amministratori della Sardegna centrale che hanno il diritto alla tutela quanto meno nella calendarizzazione di eventi di regia regionale di rilevanza come la Bitas,

chiede di interrogare l'Assessore regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport per conoscere:
1) se la decisione di anticipare il Turisport e fissarlo in concomitanza con la Bitas 2015 era nota a questo Assessorato;
2) se si, quale ruolo ha avuto l'Assessorato regionale in questa decisione;
3) se codesto Assessorato investe risorse nella manifestazione Turisport;
4) se condivide l'inopportunità di svolgere due manifestazioni di questa portata negli stessi giorni;
5) se si, come intenda intervenire per modificare questa decisione.

Cagliari, 10 settembre 2015