CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 515/A

INTERROGAZIONE RUBIU, con richiesta di risposta scritta, in merito alla chiusura dello sportello decentrato di Carbonia della Camera di commercio di Cagliari.

***************

Il sottoscritto,

premesso che da ormai alcune settimane si è consumata un'ulteriore mazzata ai danni del territorio del Sulcis Iglesiente, in quanto all'ingresso della sede della Camera di commercio di Carbonia - con la filiale sita in via Fertilia - è stata esposta al pubblico (senza alcun preavviso) la seguente comunicazione "Avviso all'utenza: prosecuzione chiusura della sede di Carbonia. Gli uffici territoriali della Camera di commercio resteranno chiusi per tutto il mese di settembre"; di fatto, un'amara sorpresa; la serrata dell'ente camerale sta continuando con una grande preoccupazione per le attività produttive;

accertato che, quindi, mentre il periodo dedicato alle ferie estive si è esaurito, non altrettanto si può dire per gli uffici di Carbonia della Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Cagliari, che così resteranno chiusi ancora per tutto il mese di settembre; non solo, nella locale sede di via Fertilia a Carbonia - vecchio complesso della provincia - non emerge nessuna notizia in più sulla data di riapertura degli uffici;

rilevato che, con delibera n. 32/19 del 23 giugno 2015, si è disposto lo scioglimento del consiglio camerale e la nomina del commissario straordinario della Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Cagliari;

valutato che, con decreto n. 74 del 25 giugno 2015, prot. n. 12467, il Presidente della Regione ha disposto lo scioglimento del consiglio camerale e la contestuale nomina del commissario straordinario;

annotato che tali decisioni sono state adottate in virtù della legge n. 580 del 1993, che impone alle regioni la vigilanza sul sistema della camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura;

dato atto che è stato manifestato il malessere del mondo imprenditoriale del Sulcis Iglesiente, con una lettera al Presidente della Regione e al commissario straordinario della Camera di commercio di Cagliari per esprimere il disappunto del Movimento partite IVA, in seguito alla chiusura della succursale dell'ufficio camerale;

appreso che, con la sospensione dell'attività dell'ufficio camerale, sembra si stia tralasciando il preminente interesse pubblico al corretto funzionamento dei servizi camerali, con l'evidente pregiudizio per la collettività ed in particolare per le imprese ed i loro consulenti professionisti operanti nella circoscrizione di Carbonia Iglesias;

constatato che da ormai parecchi anni la succursale della Camera di commercio assicura il corretto ed indispensabile servizio di assistenza alla struttura imprenditoriale del Sulcis Iglesiente, nell'ambito del quale operano oltre 9 mila imprese nei diversi settori; la chiusura di tale servizio appare come un abbandono istituzionale nei confronti del territorio; una fuga che produce parecchi danni all'universo imprenditoriale del distretto;

osservato che appare evidente il fatto che, dopo il commissariamento della provincia, il Sulcis Iglesiente stia subendo un arretramento progressivo delle presenze istituzionali; l'eliminazione dei servizi essenziali per i cittadini e le imprese suona come l'ennesima beffa per un territorio già logorato da una crisi economica e sociale senza precedenti;

sottolineato che i cittadini e le imprese si trovano tuttora costretti a recarsi a Cagliari per tutte le pratiche da espletare negli uffici camerali, con un enorme dispendio di risorse che potrebbe essere evitato per attività burocratiche che rientrano nella normalità; la situazione aumenta il disagio e le difficoltà delle oltre 9 mila imprese, con oltre 22 mila addetti, già logorate da una stagnante assenza di domanda;

rimarcato che ancora non è emersa nessuna certezza riguardo i motivi della chiusura della succursale della Camera di commercio; sembra che la sospensione del servizio sia dovuta alla necessità di riorganizzazione degli uffici, visto il forte impulso verso la l'innovazione mediante la digitalizzazione e la valorizzazione della rete; in quest'ottica appare comunque la necessità di salvaguardare un servizio indispensabile per cittadini e imprese, con la riapertura della sede di Carbonia della Camera di commercio di Cagliari;

tenuto conto che la Camera di commercio svolge indispensabili funzioni sul territorio del Sulcis Iglesiente erogando servizi vitali per le attività delle imprese sparse nel distretto; in particolare, nell'ambito della circoscrizione territoriale, la Camera di commercio è obbligata alla tenuta del Registro delle imprese (dove sono iscritti tutti gli imprenditori individuali e le società che hanno sede nella provincia); altre funzioni fondamentali: la gestione di albi, ruoli ed elenchi; la pubblicazione di listini prezzi; il rilascio di certificazioni, licenze e autorizzazioni per attività di varia natura in Italia e all'estero, la pubblicazione degli elenchi dei protesti cambiari; ci sono inoltre le attività promozionali come gli interventi a sostegno delle attività delle imprese, l'assistenza a varie categorie di operatori e le iniziative che tendano a stimolare e sostenere la crescita economica e sociale della provincia;

evidenziato che fra le competenze della Camera di commercio alcune appaiono di particolare rilievo per il sistema imprenditoriale, ovvero: predisporre contratti-tipo nel rapporto tra imprese (e loro associazioni) e consumatori (e loro associazioni); promuovere controlli sulla presenza di clausole inique nei contratti; formulare pareri e proposte alle amministrazioni dello Stato, alla Regione, agli enti locali, su questioni che interessino le imprese; promuovere la costituzione di commissioni arbitrali e conciliative che facilitino la risoluzione delle controversie fra le imprese, o fra queste e i consumatori/utenti; costituirsi parte civile nei giudizi relativi a delitti contro l'economia pubblica, l'industria e il commercio; promuovere l'azione per la repressione della concorrenza sleale, in base all'articolo 2601 del Codice civile,

chiede di interrogare il Presidente della Regione per:
1) conoscere le reali motivazioni che hanno portato la Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Cagliari a procedere alla chiusura della succursale di Carbonia per tutto il mese di settembre;
2) valutare la possibilità di una ripresa immediata dei servizi erogati agli uffici camerali, indispensabili al funzionamento dell'universo delle imprese del territorio del Sulcis Iglesiente già soffocato da una pesante crisi economica;
3) sapere se sia possibile rafforzare la presenza sul territorio dei servizi indispensabili alle imprese - quali la Camera di commercio di Cagliari - onde evitare la mortificazione dei settori produttivi, strategici per la ripresa economica del Sulcis;
4) verificare la possibilità di salvaguardare gli impatti positivi sulle imprese dati dalla presenza della Camera di commercio nella sede di Carbonia.

Cagliari, 24 settembre 2015