CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 528/A

INTERROGAZIONE DERIU - COMANDINI - FORMA - MELONI - PISCEDDA - SABATINI - TENDAS, con richiesta di risposta scritta, sul blocco turnover della specialistica ambulatoriale.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- con deliberazione n. 43/9, in data 1° settembre 2015, "Disposizioni alle Aziende sanitarie in materia di contenimento della spesa per il personale", l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale ha disposto il blocco del turnover nelle Asl della Sardegna;
- nella predetta deliberazione al punto 7., si dispone "per i medici specialisti ambulatoriali, in assenza di autorizzazione dell'Assessorato competente, il divieto di attivare e mettere a bando nuovi turni per ore di attività e il divieto di ampliare i turni in atto o ricoprire turni divenuti vacanti, fatte salve motivate esigenze adeguatamente documentate, connesse al mantenimento dei livelli essenziali di assistenza";
- nelle indicazioni operative di cui alla comunicazione n. 0020514 del 7 settembre 201, fornite dall'Assessorato regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale ai commissari straordinari delle Aziende sanitarie e ospedaliere, non vengono forniti chiarimenti in merito all'eventuale blocco anche delle sostituzioni temporanee dei medici specialisti ambulatoriali inferiori ai 30 giorni per le quali non si fa ricorso alle graduatorie;
- nell'Asl di Nuoro la mancanza di chiarezza nell'interpretazione di tale deliberazione ha comportato, per la giornata del 22 settembre 2015, il blocco totale delle sostituzioni dei medici specialisti ambulatoriali, anche quelle già assegnate, con la cancellazione delle visite specialistiche già programmate da mesi a danno degli utenti;
- nel distretto di Nuoro, Macomer e Siniscola dell'Asl 3 si è verificata la grave circostanza che tale blocco, ad esempio nella branca oculistica, sia stato esteso perfino alle sostituzioni del personale titolare per maternità, fattispecie non prevista dalla deliberazione, anziché ai soli turni vacanti, determinando anche in questo caso annullamenti di visite e l'aumento dei tempi d'attesa;
- il perdurare del blocco delle sostituzioni, anche temporanee, dei medici poliambulatoriali rischia di allungare esponenzialmente le liste di attesa, specie nei poliambulatori dei piccoli comuni, creando gravissimi disagi agli utenti che si vedono costretti a rivolgersi, per le visite urgenti, alle strutture ospedaliere o ai privati, con un penalizzante aggravio dei costi a carico degli utenti stessi e del carico di lavoro degli ospedali;
- le sostituzioni dei medici poliambulatoriali rappresentano, per molti giovani medici della Sardegna, l'unico accesso pubblico alla professione e che il blocco delle sostituzioni temporanee di fatto estromette dal mondo del lavoro tante valide professionalità costrette, da un giorno all'altro, per vivere ad aprirsi un proprio ambulatorio e che, nel caso di discipline come oculistica, ginecologia, odontoiatria o radiologia, presuppongono investimenti di decine di migliaia di euro;
- la specialistica ambulatoriale è oramai diventata l'unico presidio medico in tantissime realtà della Sardegna, specie nei comuni più piccoli e isolati,

chiedono di interrogare l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per conoscere:
1) quali iniziative intenda adottare per porre fine al disagio degli utenti e dei medici che si sta progressivamente creando nella specialistica ambulatoriale nelle ASL della Sardegna e, particolarmente, in quella di Nuoro;
2) se voglia intervenire sul piano normativo consentendo la possibilità di sostituzioni relativamente alla specialistica ambulatoriale al fine di garantire i livelli minimi di assistenza;
3) se, pur in presenza di acclarate condizioni di aumento dei tempi d'attesa delle visite specialistiche, intenda adottare provvedimenti e, nel caso, quali siano, nei confronti di quelle ASL che dovessero creare condizioni di effettiva compromissione della salute e dei livelli minimi di assistenza.

Cagliari, 7 ottobre 2015