CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 542/A

INTERROGAZIONE MELONI - COMANDINI - DERIU - PINNA Rossella - PISCEDDA - SOLINAS Antonio, con richiesta di risposta scritta, sull'attuazione della Misura 226 del PSR 2007-2013.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- il Programma di sviluppo rurale della Regione Sardegna 2007/2013 prevede, con la Misura 226, finanziamenti per la "Ricostituzione del potenziale forestale e interventi preventivi";
- soltanto nel febbraio 2012 si è giunti tuttavia alla pubblicazione del bando per la presentazione delle domande di finanziamento e la relativa graduatoria definitiva (ultima rettifica) è stata approvata nell'ottobre 2013;
- nel febbraio 2014, a seguito dell'incremento della dotazione finanziaria della misura, è stato approvato lo scorrimento della graduatoria ricomprendendo, tra le proposte finanziabili, ulteriori soggetti beneficiari;
- la tempistica sopra richiamata non ha consentito una sollecita realizzazione dei relativi lavori; ciò, sia in quanto gli interventi possono essere eseguiti solo in un breve periodo dell'anno (stagione silvana novembre-marzo) sia per le difficoltà di ottenere le previste anticipazioni. Inoltre, a causa della concentrazione temporale di numerosi interventi, le poche imprese specializzate operanti in Sardegna non sono in grado di fare fronte tempestivamente alle richieste;
- quanto sopra, considerate le note difficoltà circa la possibilità di ottenere in tempi brevi le necessarie autorizzazioni, non consente il rispetto dei ristrettissimi termini imposti per l'esecuzione e la conclusione delle operazioni ammesse a finanziamento. Questa situazione rischia di determinare, conseguentemente, una gravissima perdita economica non solo per i beneficiari della contribuzione ma anche per gli operatori economici realizzatori delle opere selvicolturali. I danni, inoltre, si estenderebbero all'intero sistema Sardegna che, ancora una volta, restituirebbe fondi comunitari non spesi e perderebbe occasioni di sviluppo e di ricostituzione del proprio patrimonio forestale,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'agricoltura e riforma agro-pastorale, per conoscere se, al fine di evitare quanto sopraindicato, si stiano approntando delle efficaci soluzioni e se, nel caso dette soluzioni non risultino concretamente attuabili, non si ritenga doveroso inserire, nel programma 2014-2020 di recente approvazione (nel quale risultano ricomprese azioni volte alla ricostituzione, valorizzazione e gestione del patrimonio forestale), le proposte già approvate nel programma 2007-2013, senza che debba essere necessaria, in quel caso, la reiterazione delle relative istruttorie.

Cagliari, 15 ottobre 2015