CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 553/A

INTERROGAZIONE TOCCO, con richiesta di risposta scritta, in merito alla nomina del sovrintendente della Fondazione Teatro lirico di Cagliari e della situazione di incertezza all'interno della struttura.

***************

Il sottoscritto,

premesso che in data 2 ottobre 2015, con prot. n. 7622, il presidente della Fondazione Teatro lirico di Cagliari ha reso pubblico l'avviso per un'indagine ricognitiva al fine di acquisire la disponibilità di soggetti interessati a ricoprire il ruolo di sovrintendente che siano, a norma di legge e di statuto, competenti nel settore della organizzazione musicale e nella gestione di enti consimili;

considerato che, nei termini stabiliti dall'avviso di selezione, hanno presentato manifestazione d'interesse quarantuno candidati alla carica di sovrintendente;

tenuto conto che si prefigura il rischio di un commissariamento dell'ente, in quanto due consiglieri della Fondazione avrebbero sollevato il rischio di incompatibilità di uno dei candidati; è probabile quindi che una sentenza del TAR porterebbe ad un periodo di commissariamento dell'ente, con il Ministero dei beni culturali che potrebbe scegliere un tecnico per traghettare l'ente nei prossimi mesi, vista la situazione di stallo;

vagliato che la nomina del sovrintendente è attesa da tempo da un esercito di 400 dipendenti, che vedono profilarsi nella mancata nomina del responsabile dell'ente uno stato di incertezza per tutte le problematiche riguardanti l'ente; da qui anche la richiesta di incontro urgente con il presidente della Fondazione inoltrata gli scorsi giorni ai vertici del teatro lirico;

rilevato che il sovrintendente dovrebbe essere una persona di spessore culturale (nella materia specifica di tutto ciò che concerne un teatro lirico), che dovrebbe avere a cuore il futuro di un'azienda (quindi anche dei dipendenti), con conoscenza, peculiarità nel management, spiccato senso della mediazione finanziaria, forbito parlare e abnegazione verso la sua missione; peraltro, questo ruolo richiede un'attenzione particolare verso le professionalità presenti all'interno della struttura;

constatato che ad oggi la scelta di un sovrintendente sembra dunque sempre più complicata con un danno d'immagine dagli effetti devastanti per la più grande azienda culturale della Sardegna e per una delle più importanti realtà della cultura italiana;

valutato che sarebbe necessaria una immediata presa di posizione della Giunta regionale riguardo il ritardo nella nomina del sovrintendente;

analizzato che la stessa Regione dovrebbe salvaguardare un'istituzione di fondamentale rilievo a livello isolano, tentando di identificare un percorso idoneo a rilanciare l'attività dell'ente tramite un manager dalla spiccata professionalità nel settore;

ritenuto opportuno Individuare urgentemente delle soluzioni per rilanciare l'attività del Teatro lirico, con la scelta di un manager dalle spiccate professionalità,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport per:
1) comprendere la situazione in cui versa la Fondazione Teatro lirico di Cagliari, con le adeguate decisioni per un percorso che rilanci l'attività dell'ente;
2) esaminare la possibilità di un incontro tra le diverse parti interessate all'istituzione Teatro lirico, onde individuare un sovrintendente in grado di guidare l'ente;
3) verificare la possibilità di salvaguardare i posti di lavoro presenti nella struttura riconoscendo le professionalità da tempo operanti all'interno del Teatro lirico.

Cagliari, 28 ottobre 2015