CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 555/A

INTERROGAZIONE TOCCO, con richiesta di risposta scritta, in merito all'erogazione dei contributi per l'organizzazione di manifestazioni sportive nazionali ed internazionali svolte nel 2013.

***************

Il sottoscritto,

premesso che con i decreti n. 23 e n. 24, prot. n. 19930 e n. 19931 del 26 novembre 2013, dell'Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport, è stata varata la graduatoria delle società ammesse ai finanziamenti della legge regionale 17 maggio1999, n. 17, articolo 26, comma 4 (Contributi per l'organizzazione di manifestazioni sportive nazionali ed internazionali, programma per il 2013);

accertato che per l'accesso ai contributi è stata, peraltro, approvata apposita delibera della Giunta regionale, con il riconoscimento delle risorse per lo svolgimento delle manifestazioni alle società aventi diritto;

rilevato che in tale elenco figurano diversi eventi che hanno avuto un grande successo in termini di pubblico e visibilità mediatica, dando così un'immagine positiva della Regione, che ha patrocinato diverse manifestazioni di carattere nazionale ed internazionale; tra le società aventi diritto rientrano, inoltre, alcune società di rango regionale che si sono rese protagoniste anche di campionati e altre rassegne a carattere nazionale e internazionale negli anni precedenti;

valutato che alcune società - nonostante l'inserimento nella graduatoria dei contributi - non hanno beneficiato del finanziamento per alcuni difetti burocratici e problematiche nell'istruttoria delle domande; lacune che hanno, di fatto, impedito l'erogazione di risorse utili per coprire le spese effettuate per le manifestazioni di carattere nazionale ed internazionale;

annotato che l'apporto di tali società e/o entità sportive appare meritare un sostegno contributivo adeguato, giusto e legittimo per la ricaduta positiva che hanno portato alla Sardegna, in termini di immagine sportiva, sociale e culturale;

dato atto che alcune società interessate hanno peraltro sollecitato la riapertura dei termini - vista anche la proroga concessa per l'iscrizione all'albo delle società sportive - per consentire alle società in ritardo di poter perfezionare la propria posizione e conseguentemente chiedere alla Regione i contributi pregressi, così da sanare la posizione delle compagini inserite nella graduatoria dei beneficiari;

appreso che le manifestazioni sono state regolarmente svolte e rendicontate, ma per disguidi dovuti anche all'assessorato di competenza - non ultima una comunicazione non esaustiva sui tempi e metodi di rendicontazione - le associazioni si sono viste negare l'erogazione delle risorse riconosciute dai provvedimenti regionali;

constatato che appare opportuno individuare un percorso atto a dare un adeguato riconoscimento finanziario alle società in argomento, trovando dei rimedi utili a perfezionare il pagamento del contributo dovuto per la realizzazione delle manifestazioni sportive nazionali ed internazionali;

osservato che potrebbero prospettarsi atti urgenti da adottare per dare seguito alle esigenze di tali società di fatto tagliate fuori dalle risorse, nonostante i loro eventi siano stati riconosciuti di grande rilevanza;

sottolineato peraltro che tutte le squadre escluse dal contributo - a causa delle lacune istruttorie - appaiono fregiarsi del titolo di ambasciatori sportivi regionali, di comprovata fama internazionale, considerata anche la militanza nelle diverse compagini di giocatori provenienti dall'estero che portano dunque la Sardegna in ogni angolo del mondo;

rimarcato che si considera lo sport come un importante vetrina turistica per l'Isola, così pure si evidenzia l'importanza dei diversi eventi promossi in ambito regionale con l'obiettivo di attrarre il flusso turistico con un intento positivo,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport per:
1) esaminare la possibilità di una riapertura dei termini per consentire alle società aventi diritto ai contributi della legge regionale n. 17 del 1999, articolo 26, comma 4, annualità 2013, di beneficiare del finanziamento previsto dall'apposita graduatoria;
2) valutare la possibilità di un riconoscimento finanziario adeguato a società che hanno svolto le manifestazioni sportive nazionali ed internazionali, attraverso un percorso che comunque garantisca alle stesse entità di usufruire di tali contributi.

Cagliari, 29 ottobre 2015