CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 563/A

INTERROGAZIONE MELONI, con richiesta di risposta scritta, sull'assegnazione teorica delle risorse per il finanziamento indistinto di parte corrente delle aziende sanitarie per l'anno 2016.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- recentemente è stata inviata alle aziende sanitarie e ospedaliere della Sardegna apposita comunicazione riguardante l'assegnazione delle somme per le finalità di cui all'oggetto;
- sebbene tale assegnazione risulti quantificata in via del tutto provvisoria, non si può tuttavia non notare l'evidente sproporzione delle somme assegnate, in rapporto al bacino di utenza delle aree di competenza di alcune aziende sanitarie;
- risulta per esempio assegnata alla ASL n. 2 di Olbia, la somma di euro 215.330.850 a fronte di un bacino di utenza di circa 160.000 persone;
- tralasciando le aziende sanitarie di Cagliari e Sassari i cui ampi bacini di utenza paiono compensati sia dalle risorse assegnate direttamente sia da quelle destinate alle aziende ospedaliere autonome e universitarie e tralasciando parimenti quelle con bacini di utenza notevolmente inferiori (ASL n. 4 Lanusei, ASL n. 6 Sanluri, ASL n. 7 Carbonia), il confronto con le aziende sanitarie con bacini di utenza similari (Nuoro 157.000 persone, Oristano 161.000 persone), pare quanto mai impari; risulta infatti dalla semplice operazione aritmetica che, a fronte di una assegnazione di risorse pari a circa 1.345 euro per abitante, assegnate all'ASL di Olbia, ne risultano assegnate circa 1.766 euro per abitante all'ASL di Nuoro e circa 1.538 euro per abitante a quella di Oristano;
- è bene inoltre evidenziare che nei mesi estivi la popolazione interessata ai servizi dispensati dalla ASL di Olbia raggiunge numeri tali da annoverarla tra le ASL più popolose dell'intera Isola;

posto quanto sopra, pur considerando la dichiarata provvisorietà dell'assegnazione, ma tenuto conto che i valori in argomento verranno utilizzati quale base per la programmazione delle attività dell'anno e per la predisposizione del bilancio consolidato previsionale,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per conoscere quali modalità siano state utilizzate per la provvisoria quantificazione delle risorse di cui sopra e quali siano invece i parametri da assumere per la loro quantificazione definitiva.

Cagliari, 9 novembre 2015