CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 574/A

INTERROGAZIONE TEDDE - PITTALIS - CAPPELLACCI - CHERCHI Oscar - FASOLINO - LOCCI - PERU - RANDAZZO - TOCCO - TUNIS - ZEDDA Alessandra, con richiesta di risposta scritta, sul ritardo con il quale la Regione ha trasferito nell'esercizio finanziario 2014, al Comune di Alghero, le risorse destinate alla liquidazione dei contributi a favore dei leucemici e talassemici.

***************

I sottoscritti,

premesso che, solo nel mese di dicembre dell'esercizio finanziario 2014, la Regione ha trasferito al Comune di Alghero le risorse destinate alla liquidazione dei contributi a favore di coloro che sono affetti da leucemia e talassemia;

premesso, altresì, che il grave ritardo non ha consentito al Comune di Alghero di formalizzare i relativi impegni di spesa che, per disposizione di legge, non possono essere imputati a bilancio oltre il 30 novembre;

dato atto che, alla luce delle nuove disposizioni in materia di contabilità pubblica, introdotte con l'entrata in vigore del nuovo ordinamento contabile, l'ente locale ha dovuto rinviare l'erogazione dei contributi a favore dei talassemici e leucemici all'esercizio finanziario 2015, facendo confluire le risorse a copertura delle suddette spese nell'avanzo d'amministrazione;

dato atto, altresì, che l'applicazione dell'avanzo d'amministrazione finalizzato al pagamento dei contributi a favore dei talassemici e leucemici ha richiesto il ricorso a soluzioni di non facile individuazione a causa del rischio di sforamento da parte del Comune di Alghero del patto di stabilità interno;

considerato che il ritardo con il quale, nel 2014, la Regione ha trasferito le risorse al Comune di Alghero pare farà slittare la liquidazione dei contributi, a favore dei talassemici e leucemici, al prossimo mese di dicembre, esattamente un anno dopo, con grave danno per coloro che sono affetti dalle suddette patologie e per le loro famiglie costrette ad anticipare le spese destinate alle cure e ai controlli medici necessari e che, nella maggior parte dei casi, sono sottoposte a sforzi finanziari notevoli, molte volte superiori alle loro disponibilità;

osservato che il sostegno della Regione dovrebbe distinguersi soprattutto per tempestività in un quadro ancora negativamente caratterizzato dai nefasti effetti di una crisi economica che non accenna a regredire e che colpisce con maggiore violenza i nuclei familiari all'interno dei quali vi sono persone affette da gravi patologie,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione per conoscere:
1) quali siano le ragioni del ritardo con il quale, nell'esercizio finanziario 2014, la Regione ha trasferito al Comune di Alghero le risorse destinate alla liquidazione dei contributi a favore dei leucemici e talassemici;
2) quali siano le iniziative che l'Amministrazione regionale ha intenzione di intraprendere al fine di scongiurare che, anche nel corrente esercizio finanziario, l'erogazione delle risorse destinate ai soggetti affetti dalle suddette patologie avvenga tardivamente, con grave danno per i leucemici e i talassemici algheresi e per le loro famiglie che sarebbero costrette, per l'ennesima volta, a farsi carico anticipatamente del costo e delle spese relative alle cure mediche necessarie e ad attendere tempi inaccettabili prima di ricevere i rimborsi e i sostegni cui hanno diritto.

Cagliari, 17 novembre 2015