CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 578/A

INTERROGAZIONE COCCO Daniele Secondo, con richiesta di risposta scritta, sulla grave situazione di emergenza che si č venuta a creare nel reparto di rianimazione dell'ospedale Santissima Annunziata di Sassari per l'interruzione dei ricoveri presso l'istituto di neuro-riabilitazione Santa Maria Bambina di Oristano.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- diversi pazienti ricoverati nel reparto di rianimazione dell'ospedale Santissima Annunziata di Sassari rischiano gravi conseguenze per la loro salute se non verranno immediatamente trasferiti in una struttura di neuro-riabilitazione;
- la stessa situazione si verifica nella maggior parte dei reparti ospedalieri di rianimazione in cui il sovraffollamento dei reparti č spesso causato dai pazienti in attesa di essere trasferiti per il trattamento neuro-riabilitativo;
- le uniche strutture ospedaliere che oggi possono garantire un trattamento intensivo di neuro-riabilitazione, terapia e assistenza sono l'ospedale Brotzu di Cagliari e l'istituto di riabilitazione Santa Maria Bambina di Oristano;
- per effetto della nuova riorganizzazione della rete ospedaliera della Sardegna sono stati interrotti i ricoveri dei pazienti, in coma o tracheotomizzati non autosufficienti, presso l'istituto di riabilitazione Santa Maria Bambina di Oristano;
- l'unico polo di eccellenza di Oristano, specializzato nella neuro-riabilitazione, sarą rappresentato dall'ospedale San Martino, attualmente non ancora operativo, mentre all'istituto Santa Maria Bambina resterą l'assistenza territoriale;

considerato che:
- l'istituto Santa Maria Bambina di Oristano č attualmente in grado di offrire il trattamento neuro-riabilitativo ai pazienti ricoverati nel reparto di rianimazione dell'ospedale Santissima Annunziata;
- l'Azienda ospedaliera Brotzu di Cagliari, per mancanza di posti letto, sei in tutto, non č attualmente in grado di ricoverare altri pazienti;
- l'istituto di riabilitazione Santa Maria Bambina di Oristano rappresenta un importante centro riabilitativo nell'isola, con un presidio di riabilitazione globale intensiva ed estensiva dotato di eccellenti professionalitą e tecnologie per la riabilitazione neurologica, motoria e cognitiva, respiratoria e cardiologica;

ritenuto:
- fondamentale il mantenimento di un adeguato livello di assistenza neuro-riabilitativa per pazienti con gravi cerebro-lesioni traumatiche o vascolari;
- indispensabile, in una situazione di grave e continua carenza di posti letto destinati a questi tipi di trattamenti, non interrompere il servizio di riabilitazione offerto dall'istituto Santa Maria Bambina di Oristano,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanitą e dell'assistenza sociale per sapere:
1) quali iniziative intenda adottare al fine di scongiurare il grave rischio per la saluta di decine di pazienti che si trovano in attesa di essere assistiti in un centro ospedaliero di neuro-riabilitazione;
2) se ritenga opportuno intervenire, in maniera straordinaria, al fine di evitare l'interruzione del servizio di riabilitazione offerto dall'istituto Santa Maria Bambina di Oristano.

Cagliari, 19 novembre 2015