CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 591/A

INTERROGAZIONE DEDONI, con richiesta di risposta scritta, sullo stato di aggiudicazione della procedura indetta dall'Azienda sanitaria locale n. 5 di Oristano per la fornitura di strumenti telematici per varie tipologie di esami di laboratorio.

***************

Il sottoscritto,

premesso che, con deliberazione del direttore generale n. 650 del 31 luglio 2013, l'Azienda sanitaria locale n. 5 di Oristano ha indetto una procedura aperta telematica per la fornitura in "service" per esami di coagulazione, per esami in elettroforesi per le proteine sieriche e urinarie e per la tipizzazione e l'identificazione delle componenti monoclonali, per esami di diagnostica sierologica delle malattie autoimmuni, per un sistema integrato di microbiologia, per l'esame chimico-fisico e del sedimento delle urine, per esami di coagulazione in Poct, da destinarsi al laboratorio analisi aziendale nei presidi ospedalieri di Oristano, Ghilarza e Bosa e nei punti territoriali dell'Azienda per un periodo di 60 mesi;

considerato che il bando di gara per la fornitura di cui sopra è stato pubblicato online l'8 agosto 2013 con scadenza fissata per il 21 ottobre 2013 ed è stato aggiudicato con deliberazione del direttore generale n. 335 del 24 aprile 2014;

verificato che, fino al 30 novembre 2015, il Centro per la Terapia anticoagulante orale (Tao) attivo presso l'Unità operativa complessa di immunoematologia e medicina trasfusionale dell'Ospedale San Martino di Oristano era solito inviare quotidianamente a mezzo fax ai propri pazienti i piani terapeutici;

sottolineato che l'invio a mezzo fax dei piani terapeutici, per un totale di 70-80 invii giornalieri, oltre a costituire un servizio costoso, poco tempestivo e scomodo per i pazienti, impegnava un infermiere per una porzione considerevole della giornata lavorativa;

preso atto che il direttore dell'Unità operativa complessa si è visto pertanto costretto, a far data da oggi, a interrompere l'invio dei piani terapeutici a mezzo fax, disponendone la consegna unicamente a mano nei locali del centro Tao;

valutato che tale decisione, benché inevitabile, si traduce in un ulteriore declassamento del servizio fornito dal centro ai propri pazienti, già oltremodo carente quando l'invio avveniva a mezzo fax, strumento obsoleto e assai poco diffuso nell'utilizzo domestico;

evidenziato che, tra i servizi per la cui fornitura è stata bandita e aggiudicata la gara di cui alla premessa, vi sono quelli che consentirebbero l'invio telematico dei piani terapeutici per la Tao,

chiede di interrogare l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale affinché riferisca:
1) quale sia lo stato di aggiudicazione delle forniture relative alla gara di cui alla premessa;
2) per quali ragioni la ASL n. 5 non abbia ancora provveduto a mettere a disposizione dei presidi ospedalieri i servizi di cui sopra;
3) entro quale data la ASL n. 5 preveda di rendere disponibili per i propri laboratori analisi i servizi;
4) quali misure la Giunta regionale intenda adottare affinché il centro Tao dell'Ospedale San Martino di Oristano sia messo immediatamente nelle condizioni di poter trasmettere i piani terapeutici ai propri pazienti nelle modalità più efficienti, rapide ed economiche consentite dalle tecnologie attualmente disponibili.

Cagliari, 1° dicembre 2015