CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 592/A

INTERROGAZIONE FORMA, con richiesta di risposta scritta, sul ritardo nell'adozione di un provvedimento che stabilisca i criteri che consentano alla Fondazione Marreri onlus di poter chiedere l'autorizzazione e il conseguente accreditamento della struttura residenziale per adolescenti e giovani adulti con disturbi dello spettro autistico, situata a Nuoro in localitą Marreri.

***************

La sottoscritta,

premesso che:
- con deliberazione n. 53/8 del 29 dicembre 2014, la Giunta regionale ha definito la programmazione nel settore della salute mentale per gli anni 2015-2016, prevedendo la possibilitą di autorizzare e accreditare n. 50 posti residenziali e n. 100 semiresidenziali da destinare al disturbo dello spettro autistico (DSA);
- nel medesimo provvedimento, si dispone che le aziende sanitarie riclassifichino l'utenza in carico presso i propri servizi di salute mentale, definendo il fabbisogno di prestazioni residenziali e semiresidenziali secondo le tipologie di assistenza entro il 28 giugno 2015;
- dai fabbisogni comunicati dalle ASL si rileva con chiarezza che devono essere poste in essere, con tempestivitą, le azioni necessarie a implementare la rete assistenziale per consentire il soddisfacimento dei bisogni rilevati;

premesso che:
- il 12 settembre 2015, č entrata in vigore la legge 18 agosto 2015, n. 134 che riporta "Disposizioni in materia di diagnosi, cura e abilitazione delle persone con disturbi dello spettro autistico e di assistenza alle famiglie";
- l'articolo 3, comma 2, lettera g), della legge n. 134 del 2015 stabilisce che le regioni adottino misure atte a garantire la "disponibilitą sul territorio di strutture semiresidenziali e residenziali accreditate, pubbliche e private, con competenze specifiche sui disturbi dello spettro autistico in grado di effettuare la presa in carico di soggetti minori, adolescenti e adulti";

atteso che:
- la Fondazione Marreri onlus, avvalendosi della collaborazione di soggetti pubblici e privati quali la Provincia di Nuoro, l'Istituto tecnico agrario Bernardo Brau di Nuoro, l'Associazione dei genitori ANGSA Sardegna onlus e usufruendo di rilevanti finanziamenti erogati dalla Provincia di Nuoro, dalla Regione autonoma della Sardegna e dalla Fondazione Banco di Sardegna, ha realizzato a Nuoro in localitą "Marreri" una struttura di accoglienza dedicata alle persone con disturbo dello spettro autistico (DSA);
- la struttura di accoglienza risulta pronta a operare ma impossibilitata a farlo in mancanza dell'autorizzazione e del relativo accreditamento da parte della Regione;

considerato che:
- non esistono, attualmente in tutto il territorio regionale, strutture pubbliche o private accreditate in grado di dare accoglienza ai numerosi pazienti affetti da disturbo dello spettro autistico e, pertanto, l'avvio del centro sito in localitą Marreri a Nuoro colmerebbe un vuoto nell'offerta del Servizio sanitario regionale e darebbe avvio all'attuazione della rete di servizi territoriali previsti dalla legge n. 134 del 2015;
- la Fondazione Marreri onlus, con nota datata 12 febbraio 2015 ha presentato richiesta di verifica di compatibilitą e funzionalitą all'Assessorato regionale competente per la realizzazione di una struttura sanitaria della tipologia "Centro Diurno a valenza socio-riabilitativa per persone con disabilitą in situazione di gravitą (SRDSA) per persone affette da autismo e disturbi pervasivi dello sviluppo", di cui alla deliberazione della Giunta regionale n. 53/8 del 29 dicembre 2014, ricevendo risposta favorevole;

ritenuto che la Regione debba consentire al pił presto l'avvio dell'attivitą del Centro per l'autismo di Nuoro,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene, sanitą e dell'assistenza sociale per sapere se intendano adottare, senza ulteriori rinvii, la deliberazione di Giunta gią inserita negli ordini del giorno a far data dal 28 luglio 2015 che stabilisce i criteri che mettano la Fondazione Marreri onlus nella condizione di poter chiedere l'autorizzazione e l'accreditamento della struttura di accoglienza realizzata a Nuoro, al fine di colmare una grave carenza nell'offerta del servizio sanitario regionale e di valorizzare le risorse finora impegnate.

Cagliari, 2 dicembre 2015