CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 597/A

INTERROGAZIONE PIZZUTO, con richiesta di risposta scritta, sulla vertenza dei lavoratori della Polar Srl nella fabbrica di Piscinas, Provincia di Carbonia-Iglesias.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- in data 30 luglio 2015 interrogava l'Assessore regionale dell'industria sulla preoccupante situazione della fabbrica di estrazione e lavorazione di bentonite a Piscinas, Provincia di Carbonia-Iglesias.
- in data 29 settembre 2015 l'Assessore forniva risposta scritta alla interrogazione;
- sono emersi ulteriori elementi circa lo svolgersi dei fatti e lo stato attuale della fabbrica di bentonite, ora Polar Srl subentrata alla Clariant Spa, multinazionale proprietaria della Societą sarda di bentonite Srl;

considerato che, nella fabbrica di Piscinas erano impiegati sia lavoratori dipendenti della Societą sarda di bentonite Srl e sia lavoratori dipendenti delle ditte esterne per l'espletamento dei servizi accessori all'attivitą estrattiva, di trasformazione e trasporto, per un totale di circa 35 unitą e che con l'ingresso della Polar Srl, con provvedimenti successivi, la nuova proprietą ha progressivamente ridotto il personale diretto e indiretto di diciannove unitą in totale;

tenuto conto che dalla risposta all'interrogazione 470 del 30 luglio 2015 si evince che:
- gli uffici abbiano valutato compiutamente il piano industriale prima dell'assenso al trasferimento delle concessioni minerarie dalla SSB Srl (Clariant) alla Polar Srl;
- gli uffici abbiano ritenuto la compagine societaria della Polar Srl in grado di garantire una adeguata gestione tecnico-produttiva;
- gli stessi uffici abbiano ritenuto che la continuitą dell'attivitą aziendale era fatta salva dal trasferimento dalla SSB Srl alla Polar Srl del personale diretto e dei contratti d'appalto;

ritenuto, tuttavia, che i punti sopra evidenziati presentano degli elementi poco chiari in merito:
- alla mancata conoscenza da parte delle organizzazioni sindacali, dei lavoratori e degli altri operatori istituzionali in campo del dettagliato piano industriale che č stato compiutamente analizzato dagli uffici;
- alla mancata precisazione dell'esatta composizione della compagine societaria della Polar Srl esaminata e avallata dagli uffici regionali, stante la defezione del socio Cinicola nel marzo 2014, che garantiva con l'esperienza maturata nel settore la presumibile adeguata gestione tecnico¬produttiva;
- al venir meno dell'elemento della soliditą aziendale derivante dalla continuitą dei rapporti di lavoro dipendente e dei contratti d'appalto, vista la riduzione di 19 addetti diretti e indiretti;

tenuto conto che:
- nella risposta alla interrogazione n. 470 si faceva riferimento all'esatta delimitazione delle concessioni minerarie di Santa Brą e Rio Palmas "costituite dai giacimenti residui delle pregresse coltivazioni e dalla prima sezione dell'impianto di lavorazione del minerale (dalla pesa all'estrusore) sito all'interno della concessione Santa Brą";
- dai documenti facilmente reperibili dalla Camera di commercio, si evince che nell'atto di cessione di ramo di azienda alcune parti ricadenti nell'ambito della concessione mineraria di cui sopra non sono state trasferite dalla precedente proprietą alla Polar (in particolare la pesa e l'estrusore);

appreso che:
- non risultano operazioni di manutenzione e nuovi investimenti da parte della Polar Srl;
- risulterebbe che la Polar Srl si sta avvalendo dell'aiuto di terzi per la produzione del granulato e/o per l'essicazione del materiale grezzo (in particolare si tratterebbe dei siti di Santa Giusta e Carbonia, non di proprietą della Polar Srl);
- ci sono insistenti voci circa la dismissione della produzione e dell'essicazione e, comunque, dello svolgimento dell'intero ciclo lavorativo presso la fabbrica di Piscinas;

considerato che gią l'articolo 28 della legge regionale n. 30 del 1989 definiva come elementi determinanti per la decadenza delle autorizzazioni e delle concessioni regionali, in particolare, la sopravvenuta incapacitą tecnico-economica del titolare e la persistente inadempienza ai contratti di lavoro ed alle norme che regolano la sicurezza e l'integritą fisica dei lavoratori,

chiede di interrogare l'Assessore regionale dell'industria per:
1) sapere se sia a conoscenza dei fatti esposti in premessa e quali provvedimenti stia mettendo in campo per il monitoraggio costante della situazione della fabbrica Polar Srl di Piscinas;
2) richiedere la pubblicizzazione e il dettaglio del piano industriale presentato dalla Polar Srl;
3) capire se attualmente sussistano le condizioni produttive, tecniche, economiche e finanziarie tali da giustificare la concessione mineraria e, in particolare:
a) se la attuale compagine societaria č titolata per garantire la corretta gestione dell'attivitą produttiva;
b) se l'attuale organigramma del personale permette la realizzazione del piano industriale presentato.

Cagliari, 10 dicembre 2015