CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 609/A

INTERROGAZIONE COMANDINI, con richiesta di risposta scritta, sulla rimodulazione delle risorse per i servizi di cura - decurtamento del finanziamento alla Casa della salute di Mandas.

***************

Il sottoscritto

premesso che l'ASL n. 8 di Cagliari eroga, da diversi anni, prestazioni di assistenza decentrata attraverso poliambulatori e case della salute, tra le quali la Casa della salute di Mandas il cui servizio CUP è momentaneamente sospeso, ma che ha svolto e garantito, ai pazienti di Mandas e di tutti i comuni limitrofi, un'adeguata assistenza sanitaria;

considerato che:
- la Giunta regionale, con la deliberazione n. 42/3 del 20 ottobre 2011 "POR FESR 2007/2013. Programma di risorse a valere sull'Asse II: Inclusione, Servizi Sociali, Istruzione e Legalità. Obiettivo specifico 2.2 Obiettivo Operativo 2.2.2 Linee di attività 2.2.2 d), rimodulazione del finanziamento al fine di favorire l'equità di accesso ai servizi sanitari, attraverso la realizzazione di ulteriori strutture territoriali multidisciplinari" (case della salute), ha assegnato all'ASL n. 8 di Cagliari il finanziamento di euro 935.000 per finanziare la Casa della salute di Mandas;
- a seguito della riprogrammazione del POR FESR 2007/2013, approvata dalla Commissione europea, con decisione C (2012) n. 9845 del 19 dicembre 2012, al fine di scongiurare il disimpegno automatico, le risorse stanziate con la deliberazione n. 42/3 del 20 ottobre 2011 sono state fatte confluire nel Piano azione e coesione (PAC) definito dal Governo e gli interventi per le case della salute sono ora inseriti nell'ambito della priorità "Servizi di cura";
- su proposta di rimodulazione delle risorse dell'ASL n. 8 Cagliari, la Giunta regionale, con la deliberazione n. 1/33 del 17 gennaio 2014, ha rimodulato, tra gli altri interventi, anche quello che riguarda la Casa della salute di Mandas, ridimensionando il budget originario e prevedendo una nuova dotazione finanziaria di euro 600.000;
- su nuova proposta di rimodulazione delle risorse dell'ASL n. 8 di Cagliari, la Giunta regionale con la deliberazione n. 60/1 del 2 dicembre 2015, ha ulteriormente rimodulato il finanziamento previsto per la Casa della salute di Mandas, determinando il nuovo importo finanziabile in euro 180.000;

preso atto che inspiegabilmente, su proposta dell'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale, la Giunta regionale ha accettato le rimodulazioni, proposte dall'ASL n. 8 di Cagliari, decurtando il finanziamento iniziale di euro 935.000 di oltre l'80 per cento e determinando le risorse in euro 180.000,

chiede di interrogare l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere:
1) se non ritenga doveroso e necessario ripristinare un congruo finanziamento per la Casa della salute di Mandas, così da non disattendere le aspettative di un'intera comunità che si vedrebbe costretta a riversarsi al Poliambulatorio di Senorbì, congestionando lo stesso col risultato di un servizio sanitario insufficiente;
2) quali provvedimenti urgenti intenda adottare per rimediare al forte definanziamento previsto con la deliberazione n. 60/1 del 2 dicembre 2015 in particolare per la Casa della salute di Mandas, affinché all'intero Distretto sanitario del Sarcidano, della Barbagia di Seulo e della Trexenta, che abbraccia ben 29 comuni, tra i quali anche Mandas, per un bacino di utenza di circa 43.000 abitanti, vengano garantite le risorse necessarie per consentire un adeguato servizio sanitario.

Cagliari, 21 dicembre 2015