CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 611/A

INTERROGAZIONE LEDDA, con richiesta di risposta scritta, sullo spreco di denaro pubblico per l'acquisto di protesi sanitarie e, in particolare, sull'ultima vicenda denunciata sui quotidiani, riguardante l'Ospedale Santissima Trinità a Cagliari.

***************

Il sottoscritto

premesso che:
- la sanità, da sola, impegna gran parte del bilancio sardo;
- nell'ultimo anno si è registrato un notevole aumento della spesa sanitaria pubblica regionale pari a 400 milioni di euro;

considerato che:
- l'aumento esponenziale della spesa sanitaria è spesso frutto di sprechi e scelte amministrative sbagliate;
- nei presidi sanitari sono presenti centinaia di sedie a rotelle accatastate, cumuli di letti, ausili per la deambulazione, macchinette elettriche;
- nonostante i depositi ne siano colmi, si continuano ad acquistare nuovi presidi sanitari e ausili protesici, addirittura a un costo maggiore rispetto a quello di mercato;
- in particolare, in un deposito dell'Ospedale Santissima Trinità, si denuncia l'accumulo di numerose carrozzine abbandonate nuove, restituite da pazienti che a volte non hanno nemmeno fatto in tempo a usarle;
- a pagarne le spese sono sempre i cittadini e soprattutto quella fascia più debole economicamente;
- per coprire una parte del disavanzo è previsto l'aumento dell'addizionale Irpef,

chiede di interrogare l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per conoscere quali siano i suoi intendimenti su questa vicenda e su tutti gli sprechi in atto nella sanità, anche sotto il fronte degli appalti per gli acquisti dei presidi sanitari e ausili protesici, allo scopo di rispondere con interventi concreti alla preoccupazione di tutta la popolazione.

Cagliari, 23 dicembre 2015