CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 614/A

INTERROGAZIONE PIZZUTO, con richiesta di risposta scritta, sui disservizi derivanti dall'introduzione del nuovo treno veloce Cagliari-Sassari per la viabilità ferroviaria da e per il Sulcis-Iglesiente.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- l'ex Provincia di Carbonia Iglesias è servita dal traffico ferroviario attraverso le stazioni di Iglesias, Villamassargia e Carbonia-Serbariu e il traffico ferroviario da queste località si svolge utilizzando un unico binario, con gravi conseguenze sulla qualità e la tempistica del servizio;
- tutti i collegamenti dal Sulcis alle stazioni di arrivo come, ad esempio, Oristano e Sassari, prevedevano il cambio presso la stazione di Decimomannu;
- nei mesi scorsi è stato introdotto il cosiddetto "treno veloce", percorrente la tratta Cagliari-Sassari con un presunto risparmio in termini di tempi di percorrenza;

preso atto che, con l'introduzione del treno veloce, sono state soppresse talune corse sia ferroviarie che su gomma per il collegamento con Sassari o percorsi intermedi;

appreso che con l'introduzione del treno veloce è stata eliminata la possibilità, per i pendolari sulcitani, di effettuare il cambio treno presso la stazione di Decimomannu, con la conseguenza che gli stessi sono obbligati ad arrivare sino alla stazione di Cagliari, con aggravio sia in termini di costi che di tempo;

tenuto conto che:
- a conti fatti, le novità ferroviarie introdotte, unite alle risultanti soppressioni di tratte su gomma e sul traffico ferroviario ordinario, comportano per gli utenti sulcitani che debbono spostarsi verso Sassari o tratte intermedie, un aggravio di circa due euro per viaggio e di maggior tempo di percorrenza fino a circa sei ore per percorrere il tragitto Carbonia-Sassari;
- nell'ultimo periodo si sono verificati numerosi disservizi, ritardi, soppressioni di corse e riduzione del confort a bordo dei mezzi che servono le tratte sulcitane e, in particolare, nei mesi di gennaio e febbraio 2015, sono state segnalati diversi ritardi superiori ai venti minuti nella tratta Iglesias-Cagliari e svariate soppressioni di corse, anche successive, che hanno portato a una mancata copertura del servizio per diverse ore della giornata,

chiede di interrogare l'Assessore regionale dei trasporti per sapere se sia a conoscenza dei fatti esposti in premessa e quali provvedimenti di competenza intenda adottare al fine di monitorare la situazione con continuità e sanare i numerosi disservizi createsi per gli utenti sulcitani in seguito all'introduzione del cosiddetto "treno veloce".

Cagliari, 7 gennaio 2016