CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 637/A

INTERROGAZIONE CAPPELLACCI - PITTALIS - CHERCHI Oscar - FASOLINO - LOCCI - PERU - RANDAZZO - TEDDE - TOCCO - TUNIS - ZEDDA Alessandra, con richiesta di risposta scritta, sul programma di valorizzazione della Conservatoria delle coste per l'Isola dell'Asinara.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- nel 2010 la Conservatoria delle coste ha attivato un complesso ed ambizioso programma di valorizzazione dell'Isola dell'Asinara, che per le sue caratteristiche morfologiche, geologiche, faunistico-floreali sia marine che terrestri, rappresenta la più importante scommessa per lo sviluppo turistico sostenibile della Sardegna nord-ovest;
- tale piano aveva come obiettivi strategici: organizzazione di servizi ed infrastrutture di sostegno al parco; potenziamento dello scenario di fruizione del parco; organizzazione dell'offerta ricettiva; valorizzazione del patrimonio storico-culturale;
- nel periodo giugno 2010 - giugno 2014 sono state eseguite le seguenti attività:
Attività preliminari:
- catalogazione e accatastamento degli immobili, con il ripristino delle condizioni di legalità sull'uso degli stessi;
- progettazione ed esecuzione lavori per il ripristino dell'asse viario Fornelli-Cala d'Oliva che prevede le aree di sosta lungo il tracciato per le visite guidate e la pedonalizzazione di Cala d'Oliva;
- gestione della concessione del campo boe composto da 63 gavitelli gestiti dalla Cormorano Marina di Porto Torres;
Attività Unità Cala d'Oliva:
- progettazione e affidamento a soggetto privato di un immobile per la realizzazione di un ristorante specializzato nella preparazione di menu a chilometri zero con i prodotti locali presso l'ex spaccio di Cala d'Oliva (conclusa);
- progettazione e affidamento tramite bando pubblico dell'ex direzione per la realizzazione di un albergo di 40 posti letto (attività sospesa dal Commissario);
- progettazione e affidamento ai pescatori del Golfo dell'Asinara di un immobile presso il borgo di Cala d'Oliva per la realizzazione di un ittiturismo per la valorizzazione del pescato locale (in corso);
- affidamento di un immobile per la realizzazione del Centro diving di Cala d'Oliva (conclusa);
- progettazione e affidamento di immobili siti nel borgo di Cala d'Oliva per realizzazione albergo diffuso di 80 posti (studio di fattibilità);
- recupero ed allestimento del braccio carcerario e della cella di Totò Riina (attività realizzata in collaborazione con il Parco e con l'Associazione LIBERA);
- progettazione per realizzazione Centro di documentazione Falcone Borsellino presso la stazione forestale Cala d'Oliva;

Attività Unità Trabuccato:
- concorso di progettazione internazionale e affidamento immobili dell'ex-diramazione di Trabuccato per realizzazione centro velico internazionale eco-sostenibile attraverso affidamento a soggetto privato tramite procedura di partenariato pubblico-privato (attività sospesa dal Commissario);
Attività Unità Campu Perdu:
- sistemazione area dedicata alle attività equestri (conclusa);
- chiosco amovibile per somministrazione di cibi e bevande a chilometri zero (conclusa);
Attività Unità Fornelli e Santa Maria:
- studio di fattibilità per l'individuazione di attività turistiche legate all'ippoturismo e all'agriturismo;
- chiosco amovibile per somministrazione di cibi e bevande a chilometri zero (conclusa);
Altre aree:
- recupero conservativo e valorizzazione della stazione semaforica di Punta Scorno attraverso il progetto MEDPHARES (finanziato da ENPI-CBC-MED);

- con delibera n. 21/28 del 12 giugno 2014 la Giunta regionale ha disposto la revoca del direttore esecutivo e la nomina di un commissario straordinario "per il tempo strettamente necessario alla riorganizzazione complessiva della struttura amministrativa della Regione e dell'Agenzia "Conservatoria della coste della Sardegna" in particolare, e, comunque, per un periodo non superiore a sei mesi";
- con delibera n. 50/27 del 16 dicembre 2014 la Giunta regionale ha stabilito "di prorogare all'Ing. Giorgio Onorato Cicalò l'incarico di commissario straordinario dell'Agenzia Conservatoria delle coste della Sardegna, con il compito di provvedere alla gestione dell'Agenzia per il tempo strettamente necessario all'approvazione del disegno di legge e, comunque, per un periodo non superiore a tre mesi";
- con la stessa delibera l'Esecutivo regionale ha approvato il disegno di legge concernente "Abrogazione dell'art. 16 della L.R. n. 2/2007 e trasferimento delle competenze all'Assessorato della Difesa dell'Ambiente";
- con delibera n. 10/26 del 17 marzo 2015 la Giunta regionale ha prorogato nuovamente l'incarico commissariale, con la scadenza, ormai divenuta solo un'espressione priva di senso, per il periodo strettamente necessario agli adempimenti indicati in premessa e, comunque, per un periodo non superiore a tre mesi;
- il 23 giugno 2015 (delibera n. 32/17) arriva infatti una nuova proroga per il periodo strettamente necessario agli adempimenti indicati in premessa e, comunque, per un periodo non superiore a sei mesi;
- alla fine del periodo, puntuale arriva con la delibera n. 67/32 del 29 dicembre 2015 la quarta proroga, per il periodo strettamente necessario agli adempimenti indicati in premessa e, comunque, per un periodo non superiore a sei mesi; si arriva così ad una durata complessiva di due anni dell'incarico commissariale, con un considerevole aggravio della spesa per l'Amministrazione regionale,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione per sapere:
1) quale sia lo stato dell'arte del programma di valorizzazione dell'Asinara predisposto ed avviato dalla Conservatoria delle coste prima dell'instaurazione del regime commissariale;
2) quale sia lo stato di avanzamento del Programma integrato di valorizzazione del patrimonio marittimo-costiero della Sardegna (approvato con delibera n. 19/45 del 14 maggio 2013) che è stato precursore a livello nazionale e internazionale di una politica virtuosa di valorizzazione del patrimonio di fari e stazioni semaforiche come dimostrato dal recente bando dell'agenzie del demanio "Valore Paese - FARI" pubblicato alla fine del 2015;
3) quale sia lo stato dell'arte delle altre iniziative programmate dalla Conservatoria delle coste;
4) quale sia l'indirizzo politico della Giunta regionale riguardo all'aggravio di spesa causato dalla continua proroga del regime commissariale.

Cagliari, 29 gennaio 2016