CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 649/A

INTERROGAZIONE TOCCO, con richiesta di risposta scritta, sulle problematiche di sicurezza e prevenzione incendi della struttura socio-sanitaria del Comune di Ortacesus (ex casa protetta "Vincenzo Porceddu").

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- il Comune di Ortacesus è proprietario, nel proprio centro urbano, di uno stabile adibito a struttura socio-sanitaria denominata ex casa protetta "Vincenzo Porceddu" con una capacità di 90 posti letto, attualmente gestita da un associazione temporanea di cooperative, per un totale di 50 dipendenti altamente qualificati, quotidianamente impegnati nell'assistenza delle persone ospitate;
- la struttura socio-sanitaria negli anni ha assunto una rilevanza sovra comunale e sovra provinciale sia in termini occupazionali che in termini di degenti, con il 70 per cento dei pazienti provenienti dalla Provincia di Cagliari, il 30 per cento dalle altre province, e solamente un ridotto numero residente nel Comune di Ortacesus e comuni limitrofi;
- i servizi garantiti nella struttura, rapportati con le tariffe applicate, hanno reso la stessa un riferimento per le famiglie con redditi medio-bassi, permettendo alle stesse di affrontare le spese per il sostegno di soggetti non più autosufficienti;
- all'interno della struttura, come già detto, operano circa 50 dipendenti suddivisi in diverse qualifiche professionali, tra questi infermieri professionali, operatori socio-sanitari, educatori, fisioterapisti, oltre al normale e positivo circuito economico instaurato con le ditte fornitrici di beni e servizi che operano quotidianamente con la ex casa protetta "Vincenzo Porceddu";
- la struttura necessita di adeguamento alle norme di prevenzione incendi, come già indicato dal Comando provinciale dei Vigili del fuoco di Cagliari con varie note inoltrate al comune;
- negli anni scorsi sono stati effettuati lavori di messa in sicurezza, ma le esigue risorse non hanno consentito di completare quanto richiesto dalle normative in materia di prevenzione incendi;

accertato che il Comando provinciale dei Vigili del fuoco ha intimato l'esecuzione dei lavori di messa in sicurezza e adeguamento alle norme in materia di prevenzione incendi non ancora eseguiti, entro e non oltre i primi mesi del corrente anno, diversamente la struttura verrà declassificata e ridotta a 25 posti letto;

considerato che le stringenti norme in materia di bilancio comunale e le ridotte disponibilità delle casse del Comune di Ortacesus non consentono l'esecuzione dei lavori mancanti, stimati in euro 281.238,35, concretizzando pertanto la possibilità della declassificazione della struttura con ripercussioni sul personale occupato e sui degenti ospitati;

ritenuto doveroso scongiurare lo scenario sopra descritto sostenendo, attraverso l'intervento economico, la struttura socio-sanitaria e consentendo al Comune di Ortacesus la realizzazione dei lavori;

chiede di interrogare il Presidente della Regione, l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale e l'Assessore regionale della programmazione, bilancio, credito e assetto del territorio per conoscere:
1) se siano al corrente della situazione descritta nelle premesse;
2) se siano state programmate e/o previste delle somme nei capitoli di bilancio regionale per la messa in sicurezza di strutture socio-sanitarie di proprietà comunale;
3) quali iniziative e interventi intendano programmare per scongiurare la perdita di posti letto e di occupazione nella struttura socio-sanitaria descritta nelle premesse.

Cagliari, 16 febbraio 2016