CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 667/A

INTERROGAZIONE MELONI - DERIU - PISCEDDA - TENDAS, con richiesta di risposta scritta, sui paventati ritardi nella realizzazione della nuova Sassari-Olbia.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- come noto, la realizzazione della nuova strada Sassari-Olbia rientra tra le priorità della Regione, sia per la pericolosità del tracciato esistente, sia per gli effetti certamente positivi che ricadranno sull'economia sarda a seguito del collegamento rapido e sicuro tra i due "capoluoghi" del nord Sardegna;
- per questi motivi, anche al fine di consentire una più rapida realizzazione dell'arteria, a suo tempo, venne nominato un commissario governativo, nella persona del Presidente della Regione, dotato di poteri straordinari finalizzati alla compressione dei tempi di realizzazione; l'ANAS venne invece individuata come amministrazione pubblica competente alla realizzazione e soggetto attuatore;
- alcuni lotti (ne sono previsti 10) sono stati prontamente appaltati e, in alcuni casi, i relativi lavori portati avanti con celerità, sebbene i loro cronoprogrammi siano stati rivisti e il termine di ultimazione posticipato;
- si apprende oggi, da notizie di stampa, che "quasi la metà dei lotti è ferma" e che anche quelli in esecuzione subiranno ritardi; ciò sembrerebbe a causa della solita burocrazia e, rispetto ad alcuni grossi lotti, a causa delle inchieste giudiziarie portate avanti dalla magistratura siciliana, che hanno coinvolto pesantemente una delle imprese aggiudicatarie;
- atteso che la sollecita realizzazione della strada è stata chiesta a gran voce anche da tutti i cittadini dei territori interessati, che a suo tempo organizzarono numerose manifestazioni per esternare disagio e forte preoccupazione circa il crescente numero delle vittime imputabili alla pericolosità dell'itinerario esistente, e posto che, anche per i motivi appena menzionati, l'intervento è stato ritenuto di emergenza e inserito in una apposita ordinanza di protezione civile;
- considerato, inoltre, che una parziale realizzazione dell'opera potrebbe soltanto aggravare le problematiche legate alla sicurezza e allungare i tempi di percorrenza,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dei lavori pubblici per conoscere:
1) se le notizie della stampa corrispondano alla realtà dei fatti e se conseguentemente siano stati variati i cronoprogrammi di realizzazione delle opere;
2) se si stiano approntando adeguate soluzioni che diano una nuova spinta alla realizzazione della strada Sassari-Olbia, e consentano di non rendere inutili le procedure acceleratorie a suo tempo previste e ottenute.

Cagliari, 26 febbraio 2016