CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 670/A

INTERROGAZIONE COMANDINI - COCCO Daniele Secondo, con richiesta di risposta scritta, in merito all'affidamento dei servizi di vigilanza armata, portierato, custodia, manutenzione impianti di sicurezza presso gli immobili della Regione autonoma della Sardegna.

***************

I sottoscritti,

viste:
- la risoluzione n. 12 della Prima Commissione permanente (Autonomia, ordinamento regionale, rapporti con lo Stato, riforma dello Stato, enti locali, organizzazione regionale degli enti e del personale, polizia locale e rurale, partecipazione popolare), approvata nella seduta del Consiglio regionale del 15 luglio 2015, e della Seconda Commissione permanente (Lavoro, cultura, formazione professionale, istruzione, beni e attività culturali, identità linguistiche, informazione), sulla situazione dei lavoratori addetti al servizio di vigilanza armata, portierato, custodia, manutenzione impianti di sicurezza presso gli immobili della Regione autonoma della Sardegna e lavaggio autoveicoli;
- la risoluzione n. 14 della Prima Commissione permanente e della Seconda Commissione permanente, sulla necessità di effettuare un monitoraggio dei rapporti di lavoro precario presenti in Sardegna direttamente o indirettamente ricollegabili alla Regione, di risolvere nell'immediato alcune situazioni urgenti e di intraprendere un percorso normativo finalizzato al superamento del precariato,
in riferimento alla procedura aperta indetta con determinazione n. 1419 del 25 giugno 2014, finalizzata all'affidamento dei servizi di vigilanza armata, portierato, custodia, lavaggio autoveicoli, da aggiudicarsi con il criterio del prezzo più basso;

considerato che:
- a tutt'oggi una parte dei lavoratori sono stati inquadrati come portieri/custodi, anziché come Guardie particolari giurate (GPG) come nel precedente appalto, con una modifica non solo delle mansioni ma anche del trattamento economico, con conseguente riduzione dello stipendio, imputabile all'applicazione del meno vantaggioso contratto relativo ai servizi fiduciari invece di quello per i servizi di vigilanza armata;
- la situazione economica per questi lavoratori è sotto la soglia di povertà visto che la busta paga accredita circa 674 euro, su un monte ore di 150 su una base oraria di 4,607 euro all'ora;

valutata l'urgenza, al fine di non disattendere le aspettative dei tanti lavoratori,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e la Giunta regionale per sapere quali azioni siano state intraprese in relazione agli impegni delle risoluzioni citate in premessa.

Cagliari, 2 marzo 2016