CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 676/A

INTERROGAZIONE LAMPIS - TRUZZU, con richiesta di risposta scritta, sul mancato accreditamento della Risonanza magnetica nucleare (RMN) presente nel presidio ospedaliero di San Gavino Monreale (ASL n.6 Sanluri).

***************

I sottoscritti,

premesso che, nell'anno 2010, l'ASL n. 6 di Sanluri fu beneficiaria di un finanziamento di 750.000 euro per l'acquisto di una tomografia assiale computerizzata (TAC) da parte dell'Assessorato regionale dell'igiene e sanitÓ e dell'assistenza sociale;

visto che nel presidio ospedaliero della suddetta ASL vi erano giÓ altre due TAC, di cui una funzionante e una da riparare, e nessuna Risonanza magnetica nucleare (RMN);

preso atto che, quasi quotidianamente, pazienti ricoverati nel presidio ospedaliero di San Gavino Monreale venivano accompagnati a Cagliari in ambulanza per accertamenti RMN e tutti i cittadini residenti nel territorio della provincia del Medio Campidano dovevano recarsi presso strutture pubbliche e private per eseguire tale radiogramma;

appurato che bene fece l'ASL n. 6 di Sanluri a chiedere, nell'anno 2011, di poter acquistare un macchinario per la risonanza utilizzando le risorse finanziarie destinate in origine all'acquisto della TAC, dopo parere favorevole ottenuto dall'Assessorato regionale dell'igiene e sanitÓ e dell'assistenza sociale in tal senso, a seguito di espletamento di regolare gara d'appalto, la fornitura della RMN fu aggiudicata alla GE che vinse contro Toshiba e Philips per un importo di 730.000 euro;

ritenuto che, trattandosi della stessa RMN presente nel presidio ospedaliero Brotzu di Cagliari, si attiv˛ una collaborazione utile e necessaria per la formazione di tecnici e medici cosý come, peraltro, prevista in parte anche in sede di bando di gara a carico della ditta vincitrice;

rilevato che a metÓ dell'anno 2014 i lavori di installazione e collaudo risultarono ultimati, si cominciarono a fare esami RMN per gli interni avvalendosi della suindicata collaborazione, mentre per gli esterni fu chiesto il necessario accreditamento all'Assessorato regionale dell'igiene e sanitÓ e dell'assistenza sociale che a tutt'oggi non lo ha rilasciato;

acclarato che, da ottobre 2014 a ottobre 2015, sono state circa 1300 le persona che hanno usufruito della RMN presente nel presidio ospedaliero di San Gavino Monreale;

verificato che risulta agli interroganti che l'ASL n. 6 di Sanluri compra circa un milione di euro all'anno di esami RMN in strutture pubbliche e private e che tale circostanza potrebbe configurare ipotesi di danno erariale per diretta responsabilitÓ dell'Assessorato regionale dell'igiene e sanitÓ e dell'assistenza sociale,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanitÓ e dell'assistenza sociale per conoscere:
1) quali siano a oggi gli impedimenti al riconoscimento dell'accreditamento della RMN presente nel presidio ospedaliero di San Gavino Monreale di competenza dell'ASL n. 6 di Sanluri;
2) se, nell'ambito delle proprie funzioni e competenze, abbiano verificato ritardi e responsabilitÓ da parte dell'ASL n. 6 di Sanluri o dell'Assessorato regionale dell'igiene e sanitÓ e dell'assistenza sociale che impediscono ancora la fruizione di tale importante accertamento erogabile dal servizio sanitario pubblico;
3) quali tempi ritenuti consoni e accettabili possano essere previsti per la soluzione della problematica esposta.

Cagliari, 9 marzo 2016