CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 682/A

INTERROGAZIONE ORR┘, con richiesta di risposta scritta, sulla manifestazione "Le lesbiche si raccontano" dell'anno 2016.

***************

Il sottoscritto,

premesso che associazioni gravitanti nell'area omosessuale hanno indetto, dall'11 al 13 marzo 2016, presso il "Lazzaretto" di Cagliari, un appuntamento che include, tra l'altro, laboratori diretti a bambini e bambine in tenerissima etÓ (4-8 anni), consistenti in scambi di travestimento tra i generi al fine, si afferma da parte degli organizzatori, di realizzare forme di "gioco simbolico" che avrebbero il pregio di sviluppare capacitÓ cognitive e relazionali tra gli stessi partecipanti;

considerato che l'etÓ richiesta ricade in quella pi¨ delicata dell'educazione primaria, mettendo concretamente a rischio gli stessi bambini e bambine che, facilmente permeabili ai suggerimenti degli adulti, possono essere indotti a conformarsi a determinati comportamenti che i loro insegnanti, immodestamente, con malcelata virulenza e con altrettanta sconsiderata leggerezza, ritengono essere libertÓ di espressione e messa in discussione di stereotipi di genere;

ritenuto di dover rimarcare che la frenesia pluralista, perseguita ansiosamente da determinati segmenti sociali, che negli ultimi mesi registra una grave accelerazione, esorbita avanzando richieste settarie che accentuano, di fatto, la frammentazione e la stratificazione sociale, la quale, paradossalmente, diventa per gli stessi soggetti strumento di stereotipizzazione della condizione data; pretendere di soddisfare i propri bisogni senza prima averli soppesati e comparati con quelli di altre realtÓ sociali porta inevitabilmente al muro contro muro; chiedere continuamente di differenziarsi significa nient'altro che ghettizzarsi, imprimendo su se stessi quello stesso stigma che solo a parole si vorrebbe levare; continue pretese minoritarie, come quella rappresentata nel caso di cui trattasi, hanno la capacitÓ (voluta dalle lobby ispirate all'ideologia gender) di edulcorare le problematiche sostanziali con le quali deve confrontarsi giornalmente la famiglia tradizionale che, pur essendo stata abbandonata a se stessa dalle istituzioni pubbliche, rimane saldamente la pietra d'angolo sulla quale poggia la nostra societÓ;

considerata la pericolositÓ della manifestazione e rilevata l'impossibilitÓ di accertare, da documenti accessibili al pubblico, se sia stata formulata al competente assessorato regionale una richiesta di finanziamento della manifestazione di cui trattasi, anche alla luce delle giustificazioni (sospette e non richieste) che siti internet facenti capo agli organizzatori della manifestazione suddetta si sono affrettati a fornire in data odierna,

chiede di interrogare l'Assessore regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport per conoscere:
1) se sia pervenuta presso l'assessorato una richiesta di finanziamento dell'evento denominato "Le lesbiche si raccontano", in programma presso il Lazzaretto di Cagliari dall'11 al 13 marzo 2016;
2) la posizione dell'Assessore in merito a una eventuale richiesta di finanziamento dello stesso evento a posteriori.

Cagliari, 10 marzo 2016