CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 710/A

INTERROGAZIONE TOCCO, con richiesta di risposta scritta, sulla soppressione dell'azienda speciale Fiera internazionale della Sardegna, disposta con determinazione n. 17 del 24 marzo 2016 della Camera di commercio di Cagliari.

***************

Il sottoscritto,

premesso che, con determinazione n. 17 del 24 marzo 2016, il commissario straordinario della Camera di commercio di Cagliari ha deciso di sopprimere l'azienda speciale Fiera internazionale della Sardegna, con contestuale assunzione di tutti i rapporti attivi e passivi in capo alla Camera di commercio di Cagliari, fatta eccezione per quelli relativi al personale;

accertato che il Collegio dei revisori della Camera, nel corso degli ultimi anni, come risulta dai relativi verbali, ha espressamente richiesto che la Camera mantenesse sotto controllo e riducesse progressivamente i contributi dati alle aziende speciali, particolarmente alla Fiera internazionale della Sardegna, in ragione dell'elevata loro incidenza sul bilancio camerale;

rilevato che la Camera, ripetutamente nel tempo e specialmente nell'ultimo anno, ha formulato indirizzi in tal senso e ha chiesto all'Azienda di proporre un piano di riorganizzazione aziendale concreto, credibile e sostenibile per il rilancio dell'azienda, funzionale alla riduzione dei costi di gestione, con l'obiettivo di arrivare all'equilibrio nel 2016, grazie al contributo deliberato come massimo sostenibile dalla CCIAA e, dunque, con misure contenitive delle spese di funzionamento, con particolare riferimento a quelle previste per il personale, anche attraverso la sottoscrizione di un accordo di solidarietą, considerata l'elevata incidenza sul bilancio complessivo;

valutato che, dunque, č stata ritenuta l'attivitą dell'azienda Fiera antieconomica, con il rischio di incidere negativamente sul bilancio della Camera di commercio industria artigianato agricoltura di Cagliari, un ulteriore segnale negativo all'azienda Fiera č parso chiaro dalla bocciatura del bilancio 2016;

annotato che:
- nel frattempo, non č stato adottato nessun atto per il risanamento dei conti dell'azienda Fiera, compresa la misura di riduzione degli stipendi del personale;
- l'organico ha, peraltro, sottoscritto, lo scorso 21 marzo, una dichiarazione d'intenti sull'accettazione di un contratto di solidarietą;

dato atto che le prime vere vittime della cancellazione dell'azienda Fiera internazionale della Sardegna sembrano essere proprio i 17 dipendenti, che non passano sotto la gestione della Camera di commercio, a differenza di tutti gli altri rapporti;

appreso che č, di fatto, liquidato anche il Consiglio di amministrazione dell'azienda Fiera, con alle porte la fiera campionaria della Sardegna, appuntamento annuale che richiama espositori e visitatori da tutto il mondo e da ogni angolo della Sardegna, con una ricaduta d'immagine positiva per l'intera Sardegna;

constatato che la situazione dell'azienda Fiera, cancellata dalla Camera di commercio, provoca inevitabilmente l'allarme negli operatori economici isolani, che hanno sottoscritto dei contratti per le diverse rassegne in programma;

osservato che, nonostante l'atto in argomento si prefigga di mantenere le manifestazioni fieristiche, per le quali sono stati a oggi assunti gli impegni dell'azienda speciale, e di avviare contestualmente un piano di rilancio delle attivitą in un contesto di riorganizzazione delle aziende speciali della Camera a garanzia dell'interesse pubblico gią sottostante all'istituzione della Fiera internazionale della Sardegna, il rischio č che la soppressione di tale azienda possa produrre un danno d'immagine incalcolabile in vista dei prossimi eventi in programma, vista la condizione negativa dei conti dell'azienda in questione;

sottolineato, peraltro, che sarebbe opportuno un immediato intervento della Regione per porre fine a tale situazioni di incertezza, con il possibile taglio del personale dell'azienda Fiera e le ripercussioni negative sugli operatori economici che, annualmente, partecipano alle diverse rassegne in programma;

rimarcato che si considera l'azienda speciale Fiera internazionale della Sardegna un veicolo straordinario di promozione turistica ed economica dell'Isola, anche, e soprattutto, fuori dai confini della nostra regione, visto che alle rassegne in programma prendono parte gli operatori economici, culturali, artigianali e una miriade di associazioni impegnate in campo artistico e sociale,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale del turismo, artigianato e commercio:
1) per sapere se non ritenga censurabile il fatto che il commissario straordinario della Camera di commercio di Cagliari abbia soppresso l'azienda speciale Fiera internazionale della Sardegna, mettendo di fatto a rischio l'organizzazione dei diversi eventi in programma all'interno della struttura, a partire dalla prossima edizione della Fiera campionaria;
2) per valutare la possibilitą di una verifica approfondita sulle ragioni delle decisioni assunte dalla Camera di commercio, atte a incidere negativamente sull'universo degli operatori economici e turistici che collaborano attivamente con l'azienda speciale;
3) per conoscere lo stato del bilancio dell'azienda speciale Fiera internazionale della Sardegna, onde verificare la possibilitą di un risanamento dei conti economici e di un recupero dell'eventuale deficit;
4) per verificare la possibilitą di salvaguardare gli impatti positivi dell'azienda speciale Fiera internazionale della Sardegna, con sinergie e intese con l'universo economico, sociale e culturale che opera nell'Isola e fuori dai confini della Sardegna;
5) per esaminare la possibilitą di salvaguardare i posti di lavoro presenti, con la tutela immediata dei 17 dipendenti compresi nell'azienda speciale Fiera internazionale della Sardegna, onde evitare che l'organico dell'azienda possa entrare nel tunnel dei senza lavoro.

Cagliari, 1° aprile 2016