CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 724/A

INTERROGAZIONE LEDDA, con richiesta di risposta scritta, sulla grave situazione determinatasi a seguito del provvedimento emanato dall'ASL di Sassari, che impedisce ai veterinari di sanitą animale il rilascio del foglio rosa fuori dalla zona di restrizione per i capi sani destinati ai macelli situati in zone di restrizione.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- come previsto dalla normativa vigente, per arginare la diffusione della peste suina, dal momento dell'insorgenza del focolaio, viene bloccata tutta la movimentazione del bestiame ricadente nelle zone di restrizione;
- il provvedimento prevede che, per una settimana, venga sospesa l'attivitą di macellazione nei mattatoi presenti nelle stesse zone di restrizione, pur non essendo questo incluso nella legge;

considerato che:
- nella realtą ai veterinari della sola ASL di Sassari viene intimato di non rilasciare fogli rosa per quel bestiame, che pur essendo allevato in zone senza restrizioni, é destinato ai mattatoi ricadenti in zone di restrizione;
- questo immotivato blocco del bestiame, oltre a creare disagi, provoca perdite economiche sia agli allevatori che ai macellatori che non possono onorare i contratti stipulati;
- non é pensabile costringere al riposo forzato per 7 giorni un macello che deve macellare animali provenienti da zone non sottoposte a vincolo,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanitą e dell'assistenza sociale per sapere:
1) se siano a conoscenza della situazione suesposta, che di fatto dispone una conduzione arbitraria della lotta alla peste suina al di fuori dei termini previsti dalla normativa;
2) quali urgenti provvedimenti intendano adottare allo scopo di porre fine a tale grave situazione con la revoca immediata del provvedimento in oggetto, che illegittimamente dispone un blocco immotivato e dannoso per gli allevatori e macellatori, accrescendo il malcontento che da tempo sussiste nel mondo agro-pastorale.

Cagliari, 14 aprile 2016