CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 725/A

INTERROGAZIONE ZEDDA Alessandra - PITTALIS - CAPPELLACCI - CHERCHI Oscar - FASOLINO - LOCCI - RANDAZZO - TEDDE - TOCCO - TUNIS, con richiesta di risposta scritta, sullo stato di attuazione della deliberazione n. 2/14 del 22 gennaio 2014 per la concessione, all'Istituto di storia dell'Europa mediterranea (ISEM), di un immobile di proprietà dell'Amministrazione regionale.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- la Regione, anche per il tramite di Sardegna Ricerche e del Parco scientifico e tecnologico della Sardegna, ha già svolto in passato profittevoli e attive collaborazioni con il CNR, tra le quali la partecipazione a forme societarie miste, la presentazione di progetti di ricerca e sviluppo in comune nei campi della farmaceutica, della genetica e delle biotecnologie specificamente nell'area di Cagliari-Pula e di Sassari-Porto Conte;
- con l'accordo quadro del marzo 2006 ed il successivo accordo quadro di rinnovo e implementazione dell'11 novembre 2009, il CNR e la Regione autonoma della Sardegna, nell'ambito dei compiti e delle funzioni attribuite loro dalle leggi, cooperano per l'attuazione di programmi di ricerca e sviluppo finalizzati ai bisogni sociali ed economici della Regione; a tal fine promuovono, in particolare, la partecipazione di altri enti locali, delle imprese pubbliche e private, delle agenzie regionali, degli enti e istituti di ricerca e loro consorzi, delle università, nonché delle forze sociali presenti nella Regione;
- il CNR supporta, inoltre, la Regione in attività di gestione, monitoraggio e controllo di attività di ricerca svolte da terzi sostenute con fondi regionali;

rilevato che:
- l'Istituto di storia dell'Europa mediterranea (ISEM) è un dipartimento del Consiglio nazionale delle ricerche (CNR), nato nel 2001;
- l'ISEM è un istituto interdisciplinare i cui ambiti di ricerca sono rivolti a tematiche quali l'identità e l'alterità anche nella loro relazione con il concetto di frontiera nei paesi europei del bacino del Mediterraneo;

preso atto che:
- l'ISEM, ha attualmente la sua direzione a Cagliari e si articola in due unità organizzative di supporto di Genova e di Torino e due sedi di lavoro di Milano e di Roma;
- l'ISEM, a Cagliari, non possiede locali propri per la sede direzionale, ma dispone di locali in locazione il cui onere non è più sostenibile, tanto che recentemente si è ipotizzata una possibile chiusura della sede nel capoluogo;
- la Giunta regionale, con la deliberazione n. 2/14 del 22 gennaio 2014, ha approvato la concessione in comodato d'uso all'ISEM, dipartimento del CNR, dell'immobile di proprietà dell'Amministrazione regionale sito a Cagliari in via Mameli, n. 96-106 piano terzo, distinto alla Sez. A, Fg. 18, mapp. 989, sub. 105-126-127;
- l'utilizzo di locali di proprietà dell'Amministrazione regionale, a titolo gratuito, così come previsto dalla normativa vigente, in favore dell'ISEM, consentirebbe una notevole riduzione dei costi d'esercizio, e scongiurerebbe la chiusura della sede nel capoluogo, garantendo da un lato di destinare maggiori risorse per il raggiungimento dei fini istituzionali, e dall'altro di proseguire il raggio d'azione degli interventi già concordati ed in atto con l'Amministrazione regionale ed il CNR;

considerato che sussiste una reale possibilità che, nell'immediato, la sede di Cagliari dell'ISEM venga soppressa e accorpata con una sede della penisola;

ritenuto che:
- la Regione non si debba privare della presenza, in Sardegna, di una sede dell'ISEM;
- sia indispensabile scongiurare la soppressione della sede di Cagliari dell'ISEM e il conseguente accorpamento con una sede della penisola;
- la Giunta regionale debba dare attuazione alla deliberazione n. 2/14 del 22 gennaio 2014 per la concessione, all'ISEM, di un immobile di proprietà dell'Amministrazione regionale,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale degli enti locali finanze e urbanistica per conoscere:
1) se siano a conoscenza della situazione concernente la sede di Cagliari dell'ISEM;
2) se ritengano che la Sardegna si possa privare della presenza di una sede dell'ISEM;
3) quali azioni intendano adottare con estrema urgenza affinché venga data attuazione alla deliberazione n. 2/14 del 22 gennaio 2014 per la concessione, all'ISEM di un immobile di proprietà dell'Amministrazione regionale, al fine di scongiurare la soppressione della sede di Cagliari e il conseguente accorpamento con una sede della penisola.

Cagliari, 15 aprile 2016