CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 747/A

INTERROGAZIONE DEDONI, con richiesta di risposta scritta, sulla negazione da parte della Provincia di Sassari del nullaosta per l'attivazione della procedura di mobilità volontaria presso la Regione.

***************

Il sottoscritto,

premesso che l'amministratore straordinario della Provincia di Sassari, con deliberazione n. 1 del 25 giugno 2015, ha disposto "di favorire il trasferimento volontario dei dipendenti della Provincia di Sassari interessati ai processi di mobilità e di comando presso altre amministrazioni, anche in deroga alle procedure regolamentari interne o sulla base di specifiche disposizioni legislative in materia";

 

riscontrato che l'Assessorato degli affari generali e personale della Regione ha bandito in data 26 gennaio 2015 un "Avviso pubblico di mobilità volontaria per il comando di 15 unità di categoria D da assegnare all'Assessorato regionale dei lavori pubblici per i servizi tecnici periferici di Cagliari, Oristano, Sassari e Nuoro";

 

osservato che il dirigente del settore personale della Provincia di Sassari, in data 21 agosto 2015, ha concesso a un dipendente esperto tecnico geologo cat. D il nulla osta per la partecipazione alla procedura selettiva di mobilità volontaria;

 

rilevato che la Regione, con determinazione del direttore del Servizio gestione giuridica ed economica dei rapporti di lavoro della direzione generale dell'organizzazione e del personale ha disposto l'approvazione dei verbali della commissione per la mobilità volontaria, nei quali il dipendente su citato è risultato selezionato;

 

appreso che, dopo tre giorni dalla richiesta di nullaosta all'attivazione della mobilità, l'amministratore straordinario della Provincia di Sassari, con propria deliberazione n. 8 del 9 maggio 2016, ha disposto di rimodulare i termini della deliberazione n. 1/2015 "rinviando al prossimo dicembre 2016 o, in ogni caso, al momento in cui vi sia maggiore chiarezza in ordine al futuro assetto istituzionale di questo ente, eventuali decisioni concernenti la concessione di nuovi comandi o richieste finalizzate alla copertura di incarichi a tempo determinato, fatte salve eventuali, contrarie disposizioni legislative, anche sopravvenute";

 

constatato che, nella stessa deliberazione n. 8/2016, l'amministratore straordinario della Provincia di Sassari ha disposto anche la conferma di tutti i rapporti di comando e delle aspettative in essere, anche in proroga, tenendo conto delle condizioni e dei limiti stabiliti nei rispettivi provvedimenti di concessione, nella prospettiva del possibile, definitivo trasferimento del personale, ove consentito sulla base delle vigenti disposizioni di legge, presso l'ente di attuale destinazione,

 

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale degli enti locali, finanze e urbanistica per sapere:

1)    se siano a conoscenza di quanto su esposto;

2)    se non ritengano che l'amministratore straordinario della Provincia di Sassari abbia operato una disparità di trattamento impedendo al personale selezionato dalla Regione di poter beneficiare della "prospettiva del possibile, definitivo trasferimento del personale, ove consentito sulla base delle vigenti disposizioni di legge, presso l'ente di attuale destinazione" concessa al personale già in comando;

3)    se non ritengano di dover intervenire presso l'amministratore straordinario della Provincia di Sassari perché riveda la propria decisione proprio in conseguenza della riforma costituzionale in itinere e in prospettiva di una migliore e più idonea ricollocazione dei dipendenti nella pubblica amministrazione.

Cagliari, 26 maggio 2016