CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 780/A

INTERROGAZIONE COCCO Daniele Secondo, con richiesta di risposta scritta, sul grave ritardo nelle assegnazioni finanziarie in favore dell'ente gestore PLUS - ambito di Ozieri per il 2016.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- con la deliberazione della Giunta regionale n. 58/2 del 27 novembre 2015 "Piani Locali Unitari dei Servizi alla persona. Proroga Linee guida di cui alla deliberazione della Giunta regionale 40/32 del 6 ottobre 2011", è stata prorogata per tutto l'anno 2016 la vigenza delle linee guida 2012-2014;
- tale deliberazione ha stabilito, inoltre, che le assegnazioni finanziarie agli enti gestori degli ambiti PLUS per la gestione associata (di cui al punto 8.1 delle Linee guida per il triennio 2012-2014, e per il funzionamento degli uffici di piano, di cui al punto 3.2.f) sarebbero state definite nei limiti dello stanziamento del fondo regionale dei servizi integrati alla persona 2016, tenuto conto degli impegni già assunti sullo stanziamento 2016;

considerato che:
- la conferenza dei servizi del Distretto di Ozieri, nella seduta del 14 gennaio 2016, ha approvato l'aggiornamento economico finanziario del PLUS per l'anno 2016;
- le certificazioni delle spese sostenute dall'ente gestore dell'ambito PLUS di Ozieri sono state regolarmente presentate nei tempi e nei modi richiesti;
- in mancanza di una comunicazione formale delle assegnazioni dei fondi relativi all'anno 2016 si dovranno necessariamente interrompere i servizi del centro per la famiglia LARES e dell'Assistenza domiciliare integrata (ADI);

preso atto che:
- la ripartizione del Fondo regionale per il sistema integrato dei servizi alla persona a favore degli enti gestori dei PLUS assegna, per l'anno 2016, all'ambito di Ozieri la somma di euro 367.778,57 su un totale di euro 15.450.000, comunicata verbalmente nel corso dell'incontro tenutosi a Cagliari presso la sede della Direzione generale delle politiche sociali in data 22 giugno 2016;
- con nota n. 10786 del 20 maggio 2016, il Comune di Ozieri ha trasmesso all'Assessorato regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale la rendicontazione sintetica (prospetto rendiconto anno 2013-2014-2015) della gestione associata dei servizi alla persona e del funzionamento dell'ufficio di piano;
- con nota n. 11118 del 26 maggio 2016 e con nota n. 13429 del 27 giugno 2016, l'ufficio di piano del PLUS di Ozieri ha trasmesso, su richiesta del Servizio programmazione e organizzazione della Direzione generale delle politiche sociali, ulteriore documentazione a integrazione di quanto già trasmesso con nota n. 10786 del 20 maggio 2016;
- rispetto all'anno 2015, le risorse decurtate al PLUS di Ozieri per l'anno 2016 ammonterebbero a euro 116.000;

valutata:
- la necessità di assicurare la continuità amministrativa e la prosecuzione della gestione dei servizi in forma associata negli ambiti PLUS, anche in vista di un importante processo di cambiamento che scaturirà dell'attuazione del riordino del sistema delle autonomie locali e sanitario;
- l'importanza delle attività svolte nel territorio dall'ente gestore del PLUS e la grave situazione di disagio in cui si troverebbero le comunità afferenti all'ambito di Ozieri, nel caso di un'improvvisa interruzione dei servizi indispensabili alla persona;
- la necessità di dover garantire un adeguato livello delle prestazioni, in particolar modo se rivolte a un'utenza fragile che usufruisce dell'ADI e del centro per la famiglia LARES, con continuità e in maniera omogenea in tutti i comuni di competenza,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere se:
1) sia ammissibile un così grave ritardo nelle assegnazioni finanziarie per l'annualità 2016 in favore degli enti gestori del PLUS, con il concreto rischio di un'interruzione dei servizi rivolti a un'utenza particolarmente fragile;
2) sia opportuna una seria rivalutazione del sistema dei trasferimenti delle risorse per il funzionamento dei servizi gestiti in forma associata e, in particolar modo, per gli enti gestori del PLUS virtuosi che hanno sempre interamente impegnato, speso e rendicontato le risorse assegnate nei tempi e nei modi richiesti.

Cagliari, 5 luglio 2016