CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 783/A

INTERROGAZIONE TEDDE - PITTALIS - CAPPELLACCI - CARTA Giancarlo - CHERCHI Oscar - FASOLINO - LOCCI - RANDAZZO - TOCCO - TUNIS - ZEDDA Alessandra, con richiesta di risposta scritta, in ordine alla chiusura dell'Ambulatorio di malattie rare e malattie sindromiche.

***************

I sottoscritti,

premesso che pervengono con sempre maggiore frequenza preoccupanti segnalazioni di numerose famiglie utenti dell'AOU di Sassari che denunciano la chiusura dell'Ambulatorio di malattie rare e malattie sindromiche presso l'Istituto di neuropsichiatria infantile, centro di riferimento per oltre cinquecento pazienti provenienti da tutta l'area del centro e del nord dell'Isola;

rilevato che lo stesso presidio ha cessato la propria attività nel gennaio 2016 per la cessazione di rapporti di lavoro di personale medico e infermieristico specializzato;

dato atto che:
- lo stesso personale ad oggi non è stato reintegrato in organico nonostante le ripetute richieste e sollecitazioni rivolte all'indirizzo del commissario e dell'assessore regionale;
- altresì, tali criticità privano gli utenti del centro e nord Sardegna di importanti attività di diagnosi e cura delle patologie neurologiche e psichiatriche acute e di elevata complessità, costringendole a recarsi nella migliore delle ipotesi a Cagliari o verso centri specialistici della penisola per trovare adeguata assistenza per le malattie rare;

osservato che:
- le criticità rappresentate costituiscono gravi carenze del servizio sanitario pubblico regionale che appesantiscono la situazione di numerose famiglie sarde, afflitte da patologie infantili e pediatriche che coinvolgono i membri più fragili della famiglia;
- altresì, ad oggi non risulta che il problema sia in corso di soluzione e nessuna informazione è stata fornita al riguardo ai responsabili dei servizi ed agli utenti da parte della direzione generale della AOU di Sassari;

sottolineato che da mesi non vengono erogati servizi di fondamentale importanza per i cittadini del nord Sardegna,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione per conoscere quali siano:
1) le ragioni per le quali il commissario straordinario della AOU di Sassari non proceda alla sostituzione delle unità cessate o temporaneamente assenti e non ripristini le attività svolte nell'Ambulatorio di malattie rare e sindromiche presso l'Istituto di neuropsichiatria infantile;
2) i provvedimenti che l'Amministrazione regionale intende adottare al fine di restituire agli utenti del centro-nord Sardegna i servizi, che costituiscono un sostegno insostituibile e fondamentale per le numerose famiglie sarde già gravate dal peso di avere un figlio affetto da gravi patologie neuropsichiatriche.

Cagliari, 6 luglio 2016