CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 819/A

INTERROGAZIONE SATTA, con richiesta di risposta scritta, in merito alla decisione del Governo nazionale di istituire in Sardegna un'unica Autorità portuale con sede a Cagliari.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- fino ad oggi non è stata presa nessuna iniziativa sulla decisione del Governo di istituire in Sardegna un'unica Autorità portuale con sede a Cagliari, nonostante da più parti ed anche da alcuni Consiglieri regionali sia stata invocata una indicazione diversa; infatti, grazie ad alcuni dati oggettivi, che sono sotto gli occhi di tutti, il porto di Olbia è di gran lunga il più importante dell'Isola e con i suoi oltre due milioni e mezzo di passeggeri è uno dei più importanti in Italia; a ciò si aggiunga che a pochi chilometri di distanza c'è il porto di Golfo Aranci, meta esclusiva di alcune compagnie navali;
- la decisione del Governo è stata perciò miope a non voler indicare come sede dell'Autorità portuale proprio Olbia che oltretutto rappresenta metaforicamente, anche per la sua posizione geografica, la porta naturale della Sardegna; questa scelta lascia sicuramente indignati per il disinteresse mostrato ancora una volta nei confronti della parte settentrionale dell'Isola;
- fino ad ora, tutte le sollecitazioni fatte da più parti al Ministro Graziano Delrio ed al Governo da alcuni parlamentari sardi sono rimaste inascoltate;
- ora, dopo che la scorsa settimana il Consiglio regionale ha giustamente avviato una strategia di distribuzione territoriale delle sedi istituzionali, con l'indicazione della sede della nuova Azienda sanitaria unica regionale (ATS) a Sassari e dell'Azienda regionale unica di emergenze-urgenze (AREUS) a Nuoro, parrebbe giusto che il Consiglio regionale assuma una posizione volta ad assicurare un riequilibrio territoriale indicando proprio il capoluogo gallurese quale sede della nuova Autorità portuale unica della Sardegna;

considerato che il territorio di Olbia ha visto scomparire dopo pochi anni l'istituto della provincia, ottenuto in seguito a decennali battaglie; ha perso la sede ASL nonostante per quattro mesi all'anno con i forti flussi turistici abbia una potenziale utenza di mezzo milione di persone e abbia così la più bassa percentuale di posti letto nelle strutture ospedaliere con 1,8 posti per 1.000 abitanti, contro la media regionale che supera i 3;

considerata anche la recentissima vicenda Meridiana che ha visto la perdita di centinaia di posti di lavoro,

chiede di interrogare il Presidente della Regione:
1) per conoscere quale posizione intenda prendere in merito alla decisione del Governo nazionale di istituire in Sardegna un'unica Autorità portuale con sede a Cagliari;
2) per sapere se intenda accettare supinamente la decisione del Governo, e facendo come Ponzio Pilato lavarsene le mani, oppure intenda investire il Consiglio regionale della decisione.

Cagliari, 4 agosto 2016