CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 823/A

INTERROGAZIONE CAPPELLACCI - PITTALIS - CARTA Giancarlo - CHERCHI Oscar - FASOLINO - LOCCI - RANDAZZO - TEDDE - TOCCO - TUNIS - ZEDDA Alessandra, con richiesta di risposta scritta, sulle tariffe praticate dalla Tirrenia e sull'aggiomamento triennale dei parametri della convenzione.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- l'articolo 8 della convenzione stipulata il 18 giugno 2012 prevede che con cadenza triennale le parti procedano alla verifica delle condizioni di equilibrio economico-finanziario della convenzione, secondo i criteri stabiliti dalla direttiva CIPE del 9 novembre 2007;
- l'articolo 4 dell'accordo ai sensi dell'articolo 9 della convenzione per l'esercizio dei servizi di collegamento marittimo in regime di pubblico servizio, siglato il 7 agosto del 2014 dal Ministro delle infrastrutture e dei trasporti con la società Compagnia italiana di navigazione Spa ha previsto lo slittamento di tale termine al 31 dicembre 2015;
- tale accordo è stato avallato dall'attuale Giunta regionale con l'intesa concessa con nota n. 1534 del 7 agosto 2014;
- intervistato dal TG di un emittente regionale il 25 settembre del 2014, l'Assessore regionale dei trasporti dichiarò: "Noi speriamo con tutti gli strumenti politici, giudiziari e legislativi, di poter far saltare questo accordo";
- al termine del periodo regolatorio non risulta che la Regione abbia sollecitato al Governo, ed in particolare ai ministri competenti, la verifica delle condizioni di equilibrio economico-finanziario, come stabilito dall'articolo 8 della convenzione né che sia stata promossa alcuna attività sul piano politico, giudiziario o legislativo;
- due anni dopo, esattamente il 20 luglio del 2016, l'Assessore regionale dei trasporti diffonde una dichiarazione con le seguenti parole: "La Regione vigilerà costantemente affinché non si commettano abusi nella sua esecuzione, non rinunciando mai a chiederne la revisione";
- appare singolare che da un lato si annuncino e si ribadiscano vere e proprie crociate politiche, ma dall'altro la Giunta regionale si conformi acriticamente alla volontà del Governo e della compagnia di navigazione e nel momento in cui avrebbe la possibilità di intervenire, come nel caso della verifica triennale, rinunci ad ogni forma di pressione politica,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione per sapere se:
1) sia a conoscenza della possibilità di una verifica triennale dell'accordo tra lo Stato e la CIN (Tirrenia);
2) sia a conoscenza delle ragioni che hanno determinato uno slittamento del termine, originariamente previsto per il 18 luglio 2015 al 31 dicembre 2015;
3) nonostante tale termine sia già spirato inutilmente senza che sia avvenuta alcuna iniziativa da parte della Giunta regionale, ancora oggi intenda far saltare l'accordo tra il Governo e la Tirrenia con tutti gli strumenti politici, giudiziari e legislativi, come annunciato dall'Assessore regionale dei trasporti il 25 settembre 2014.

Cagliari, 5 agosto 2016