CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 859/A

INTERROGAZIONE TATTI, con richiesta di risposta scritta, sullo stato di attuazione dell'ordine del giorno n. 62 del 21 settembre 2016 sulla chiusura delle scuole elementari e medie di Goni e l'accorpamento con quelle di San Basilio.

***************

Il sottoscritto,

premesso che nella seduta del 21 settembre 2016 il Consiglio regionale ha approvato all'unanimità l'ordine del giorno n. 62 sulla necessità di scongiurare la chiusura del Punto di erogazione del servizio (PES) della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado di Goni;

considerato che con il suddetto ordine del giorno il Consiglio regionale impegna la Giunta regionale e l'Assessore regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport ad intervenire nelle sedi competenti e ad adottare ogni misura necessaria affinché il PES della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado del Comune di Goni rimanga aperto e venga scongiurato il previsto accorpamento al PES nel Comune di San Basilio;

rilevato che il malcontento delle famiglie degli studenti è tale che, qualora non venisse concessa una deroga e le scuole dovessero chiudere, proseguirebbe a oltranza lo stato di agitazione dei genitori degli alunni delle scuole medie ed elementari, rifiutandosi di mandare i propri figli a scuola in un altro paese in quanto contrari al pendolarismo per motivi di sicurezza;

considerato che il territorio interessato è già fortemente disagiato e caratterizzato da una condizione di isolamento derivante dalla presenza di una rete stradale disastrata, la cui percorrenza risulta essere pericolosissima soprattutto nel periodo invernale;

ritenuto che con l'anno scolastico oramai iniziato e con lo stato di agitazione ancora in corso si debba intervenire con urgenza, così come sollecitato dall'ordine del giorno n. 62, affinché si superi l'attuale situazione di stallo e si garantisca il regolare svolgimento delle lezioni nel plesso di Goni,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport per sapere quali azioni intendano intraprendere per garantire il diritto all'istruzione ai cittadini di Goni, affinché gli impegni assunti il 21 settembre 2016 con l'approvazione dell'ordine del giorno n. 62 da parte del Consiglio regionale non vengano disattesi, e se non ritengano opportuno intervenire con la massima urgenza per garantire il regolare svolgimento delle lezioni, visto e considerato che l'anno scolastico è oramai iniziato.

Cagliari, 29 settembre 2016