CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 860/A

INTERROGAZIONE DEDONI, con richiesta di risposta scritta, sulla procedura selettiva per l'incarico di struttura semplice di chirurgia artroscopica afferente alla struttura complessa ortopedia e traumatologia del presidio ospedaliero San Martino di Oristano.

***************

Il sottoscritto,

premesso che il regolamento aziendale prevede che gli incarichi di struttura semplice siano conferiti dal direttore generale su proposta del direttore della struttura complessa, previo espletamento di procedura selettiva;

considerato che il direttore titolare dell'unità operativa di ortopedia era temporaneamente sostituto da altro dirigente medico, in quanto nominato direttore sanitario dell'ASL di Oristano;

vista la deliberazione del Commissario straordinario dell'ASL n. 537 del 24 agosto 2016 con la quale è stata costituita una commissione esaminatrice per l'espletamento della procedura selettiva di attribuzione degli incarichi di struttura semplice afferenti alla struttura complessa ortopedia e traumatologia del presidio ospedaliero San Martino di Oristano;

tenuto conto che il direttore titolare dell'unità operativa di Ortopedia è stato nominato, nella sua momentanea funzione di direttore sanitario, presidente della commissione composta anche dal direttore del Dipartimento Cure mediche della ASL di Oristano, dal direttore del Dipartimento SC. di ortopedia traumatologia del presidio ospedaliero San Francesco della ASL di Nuoro;

verificato che hanno partecipato alla selezione 4 candidati e che sono stati convocati a sostenere il colloquio con solo 5 giorni di preavviso tramite posta elettronica;

preso atto che la commissione ha ritenuto di valutare i candidati sulla base dei titoli, della performance individuale negli ultimi tre anni di servizio e delle risultanze del colloquio;

constatato che i punti per la valutazione dei titoli sono stati assegnati in base al servizio prestato in ruolo presso le unità sanitarie locali o le aziende ospedaliere nel livello dirigenziale per la specialità di ortopedia e traumatologia nella misura di 1,20 per anno di servizio e per un massimo di 10 punti, e pertanto oltre i 9 anni di servizi i punteggi sono identici, anche dopo 20 o 30 anni di servizio;

constatato, inoltre, che i punti per la valutazione della performance individuale, per un punteggio massimo pari a 40, sono stati assegnati semplicemente in proporzione alla media delle valutazioni assegnate dal direttore titolare dell'unità operativa nell'ultimo triennio;

evidenziato che il colloquio volto a valutare le capacità e organizzative del candidato a ricoprire l'incarico per la struttura semplice di chirurgia artoscopica ha trattato i seguenti argomenti: il sistema di misurazione e valutazione delle performance, il nuovo regolamento degli standard ospedalieri e la riforma della rete ospedaliera, i giri della sicurezza nella gestione del rischio clinico;

sottolineato che il punteggio massimo attribuibile per la valutazione del colloquio era pari a 50 punti e doveva approfondire le competenze chirurgiche, il grado di autonomia chirurgica e la completezza delle tecniche chirurgiche acquisite dai candidati, per offrire ai pazienti le migliori prestazioni professionali disponibili,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere:
1) se siano a conoscenza di quanto su esposto;
2) se non ritengano di dover prevedere che l'attribuzione degli incarichi dirigenziali sia conseguente a una valutazione più strettamente correlata alla specializzazione medica richiesta per l'attribuzione dell'incarico e meno legata a indicatori generali che debbano essere comunque patrimonio del dirigente medico.

Cagliari, 29 settembre 2016