CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 863/A

INTERROGAZIONE CHERCHI Augusto - CONGIU - DESINI - MANCA Pier Mario, con richiesta di risposta scritta, in relazione alla mancata attuazione per l'anno 2016 del Programma d'azione di monitoraggio e controllo per la zona vulnerabile da nitrati di origine agricola di Arborea.

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- la Regione ha adottato (con deliberazione della Giunta regionale n. 4713 del 31 gennaio 2006) il Programma d'azione per la zona vulnerabile da nitrati di origine agricola di Arborea (individuata con deliberazione della Giunta regionale n. 1/12 del 18 gennaio 2005), prevedendo una serie di adempimenti che coinvolgono tutti gli enti e gli operatori a vario titolo interessati alla risoluzione del problema.
- al fine di verificare l'efficacia delle misure contenute nel programma d'azione, l'ARPAS, assieme alla Provincia di Oristano, assicura le azioni di monitoraggio e controllo previste all'interno del Piano di monitoraggio e controllo (PMC) dell'area; in particolare l'Agenzia effettua il monitoraggio della qualità dei corpi idrici, superficiali e sotterranei, dei suoli e degli scarichi;

ricordata la deliberazione Giunta regionale n. 21/34 del 5 giugno 2013 "Disciplina regionale di recepimento del D.M. 7 aprile 2006 "Criteri e norme tecniche per l'utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento di cui all'art. 112 D.Lgs. 3 aprile 2006 n.152";

constatato che la legge regionale 11 aprile 2016, n. 5 (Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione per l'anno 2016 e per gli anni 2016-2018) al comma 15 dell'articolo 4 autorizza la spesa complessiva valutata in euro 600.000, in ragione di euro 200.000 per ciascuno degli anni 2016-2018, in qualità di contributo agli enti competenti per la gestione del programma 2016-2018 di monitoraggio e controllo del Programma d'azione per la zona vulnerabile da nitrati di origine agricola di Arborea, in attuazione del decreto legislativo n. 152 del 2006 e della direttiva n. 91/676/CEE del Consiglio, del 12 dicembre 1991, relativa alla protezione delle acque dall'inquinamento provocato dai nitrati provenienti da fonti agricole;

dato atto che a oggi risulta che nel territorio di Arborea (ZVN) e nella Provincia di Oristano (ZO) non è stata ancora avviata alcuna attività di monitoraggio e controllo tecnico, non sono state istruite le pratiche relative all'annualità 2015/2016, non è stata presentata la relazione annuale del piano di monitoraggio e controllo ed infine non vengono vidimate le comunicazioni complete, le comunicazioni semplificate, i piani di fertilizzazione ed i documenti di trasporto;

considerato che:
- il commissario straordinario della Provincia di Oristano non ha assunto nessun impegno di spesa atto ad attivare il programma 2016 di monitoraggio e controllo del Programma d'azione per la zona vulnerabile da nitrati di origine agricola di Arborea;
- tale ritardo, oltre a disattendere una precisa disposizione di legge, rappresenta un inadempimento che mette a rischio la salute pubblica, privata di quei necessari strumenti di controllo che con il programma 2016 di monitoraggio e controllo del Programma d'azione per la zona vulnerabile da nitrati di origine agricola di Arborea si intende perseguire,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale della difesa dell'ambiente affinché prendano atto di quanto segnalato e attivino tutte le azioni necessarie per l'immediata operatività del piano di monitoraggio e controllo per l'annualità 2016/2017 del Programma d'azione per la zona vulnerabile da nitrati di origine agricola di Arborea in attuazione della disciplina regionale di recepimento del decreto ministeriale 7 aprile 2006 (Criteri e norme tecniche per l'utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento di cui all'art. 112 D.Lgs. 3 aprile 2006 n. 152) e della direttiva n. 91/676/CEE del Consiglio, del 12 dicembre 1991, relativa alla protezione delle acque dall'inquinamento provocato dai nitrati provenienti da fonti agricole ovvero di verificare la possibilità di far portare avanti il programma 2016/2017 direttamente dall'Assessorato regionale della difesa dell'ambiente e/o dalla Direzione generale della Presidenza della Regione attraverso l'Agenzia regionale del distretto idrografico della Sardegna e/o l'ARPAS.

Cagliari, 4 ottobre 2016