CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 881/A

INTERROGAZIONE MORICONI, con richiesta di risposta scritta, sui tempi d'attesa sostenuti dai malati gravi per esami specialistici.

***************

Il sottoscritto,

premesso che i cittadini affetti da gravi patologie hanno aspettative di guarigione fortemente condizionate dalle lunghe liste d'attesa per l'accesso agli esami specialistici (es. TAC o RNM) da effettuarsi nelle strutture convenzionate, a loro volta costrette al limite del tetto di spesa mensile;

premesso, altresì, che i tempi di attesa si protraggono per lunghi mesi e prescindono dalla gravità della patologia e dalla necessità di effettuare gli esami in tempi strettissimi;

evidenziato che nei casi delle patologie gravi, come per i malati oncologici e non solo, recuperare ogni minuto alle lunghe, inutili e dannose attese, nell'effettuare gli esami specialistici, costituisce un imperativo che fa la differenza e consente loro molte più chance di guarigione,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale per sapere se, valutate le ricadute per la salute dei cittadini, la gravità e l'urgenza della materia richiamata dall'interrogante, intendano adottare specifiche misure atte a debellare questo fenomeno, se del caso, valutando anche la possibilità di destinare un apposito finanziamento, separato da quello ordinario e quindi sganciato dalle liste d'attesa ordinarie, alle strutture sanitarie convenzionate a condizione che le prestazioni vengano erogate entro massimo tre giorni di tempo dalla richiesta del paziente affetto da grave patologia.

Cagliari, 18 ottobre 2016