CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 882/A

INTERROGAZIONE CARTA, con richiesta di risposta scritta, sulla dotazione alla Regione nel riparto della fornitura di nuovi treni, anche alla luce dei continui e gravi disservizi causati da RFI e Trenitalia sul treno passeggeri n. 8869 da Oristano a Cagliari.

***************

Il sottoscritto,

premesso che:
- a fine giugno 2016, il Gruppo Trenitalia ha annunciato, per il tramite dell'amministratore delegato di Fs, Renato Mazzoncini, e l'amministartore delegato di Trenitalia, Barbara Morgante, l'aggiudicazione della maxi gara da 4,5 miliardi di euro per i nuovi treni regionali;
- la commessa, è stato affermato, rappresenta un tassello fondamentale per la strategia di rilancio del servizio ferroviario regionale, in quanto con questa aggiudicazione sarà possibile rinnovare il 50 per cento del parco ferroviario nazionale;
- la società del Gruppo Fs, infatti, ha informato di aver concluso la procedura per l'affidamento dei primi due lotti per 450 convogli: il primo lotto per 150 treni di media capacità (minimo 200 posti a sedere) è stato aggiudicato da Alstorn, mentre il secondo lotto per 300 treni ad alta capacità (minimo 450 posti a sedere) è stato assegnato a Hitachi Rail Italy, che ha acquisito le attività dei trasporti di Ansaldo e parrebbe, tuttavia, che non sia stato ancora assegnato il terzo e più piccolo lotto per 50 treni diesel per il quale ha presentato l'offerta la svizzera Stadler;
- la gara, ha previsto una formula inedita in Italia per l'acquisto di materiale rotabile: un accordo quadro, con la possibilità per le regioni di ordinare i treni al momento dei rinnovi dei rispettivi contratti di servizio; in questo modo, anziché procedere per singoli acquisti "Si avvia una linea di produzione unica che, una volta messa in moto, consentirà di procedere alle forniture in maniera spedita";
- la commessa, hanno affermato da Trenitalia, "Comporterà un notevole incremento di qualità per i pendolari, grazie a treni di concezione innovativa che garantiranno un miglioramento degli standard di sicurezza, una maggiore affidabilità tecnica, nonché un aumentato comfort a bordo grazie anche alla presenza di supporti multimediali per gli utenti, oltre alla possibilità di una diversificazione degli allestimenti interni, secondo le esigenze che le singole regioni manifesteranno, in coerenza con le diverse esigenze di mobilità del territorio";
- tali notizie a valenza nazionale, nelle more del rinnovo del contratto dei servizi Regione-RFI, tuttavia, stridono beffardamente e drasticamente con le informazioni che giungono dal sistema ferroviario sardo;
- in particolare, il sottoscritto, in questi giorni, è venuto a conoscenza di continui e ulteriori gravi disservizi, causati da RFI e Trenitalia sul treno passeggeri n. 8869 delle ore 7,30 diretto da Oristano a Cagliari, dove i passeggeri che vi salgono nelle stazioni di Marrubiu/Terralba/Arborea, di Uras/Mogoro e, in particolare, di San Gavino, sono costretti a viaggiare in piedi a loro rischio e pericolo, e sul quale, sovente, sono presenti anche anziani e invalidi, i quali stazionano nei ballatoi di salita intermedi, e soprattutto nelle corsie centrali, in quanto non trovando posti a sedere, devono purtroppo arrangiarsi, seppur tra imprecazioni e mugugni di ogni genere,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale dei trasporti per sapere:
1) se nell'ambito del rinnovo del contratto dei servizi tra la Regione e RFI, la Regione abbia presentato istanza, ovvero ordinativo di attribuzione di materiale rotabile di nuova generazione e, in che quantità e tipologia;
2) in caso affermativo, in quali tempi si potrà disporre di tali nuovi treni e, a quali tratte verranno prioritariamente destinati;
3) in quali tempi si intende intervenire nei confronti di RFI, al fine di ottenere un incremento strutturale di vagoni, nella dotazione del convoglio denominato "Treno regionale n. 8869 sulla linea Oristano-Cagliari", al fine di soddisfare l'esigenza di posti a sedere, per il transito in sicurezza dei viaggiatori.

Cagliari, 19 ottobre 2016