CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 895/A

INTERROGAZIONE COCCO Daniele Secondo - USULA - ZANCHETTA - PIZZUTO - AGUS - BUSIA - GAIA - LAI - PERRA - ZEDDA Paolo Flavio, con richiesta di risposta scritta, sulla graduatoria per i finanziamenti POR Sardegna FSE 2014-2020 "Percorsi triennali di istruzione e formazione professionale (IeFP)".

***************

I sottoscritti,

premesso che:
- con determinazione del direttore del Servizio formazione dell'Assessorato regionale del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale, n. 11228 del 13 aprile 2016 sono stati approvati l'avviso per il finanziamento POR Sardegna FSE 2014-2020 "Percorsi triennali di istruzione e formazione professionale (IeFP)", le linee guida per la gestione e la rendicontazione delle operazioni e la relativa modulistica;
- il limite della dotazione finanziaria, di cui all'articolo 4 dell'Avviso, ammonta complessivamente a euro 8.000.000, di cui euro 4.000.000 a valere sulle annualità 2014-2015 (deliberazione della Giunta regionale n. 24/10 del 19 maggio 2015) ed euro 4.000.000 a valere sulle annualità successive;
- i destinatari dell'offerta formativa, di cui all'articolo 5 dell'avviso, sono i giovani residenti in Sardegna in possesso della licenza media e di età compresa tra i 14 e i 17 anni;
- con determinazione del direttore del Servizio formazione n. 33300 del 12 ottobre 2016 sono stati approvati i lavori della commissione di valutazione, la graduatoria delle proposte progettuali ammissibili e l'elenco delle proposte progettuali finanziate;

considerato che:
- gli interventi sono finanziati con risorse provenienti dal quadro finanziario del POR FSE 2014/2020 Regione Sardegna, Asse prioritario 3 - Istruzione e formazione, priorità d'investimento allo scopo di ridurre e prevenire l'abbandono scolastico precoce e promuovere l'uguaglianza di accesso a una istruzione prescolare, primaria e secondaria di buona qualità, inclusi i percorsi di istruzione formale, non formale e informale, che consentano di riprendere l'istruzione e la formazione;
- l'obiettivo specifico è la riduzione del fallimento formativo precoce e della dispersione scolastica e formativa con percorsi formativi di istruzione e formazione professionale accompagnati da azioni di comunicazione e di adeguamento dell'offerta in coerenza con le direttrici di sviluppo economico e imprenditoriale dei territori per aumentarne l'attrattività;

rilevato che:
- la graduatoria delle proposte progettuali ammissibili a finanziamento comprende 33 proposte progettuali presentate da agenzie formative e Istituti scolastici con progetti di formazione dislocati su tutto il territorio regionale;
- l'elenco delle proposte che hanno superato la fase di selezione e che trovano capienza nella dotazione finanziaria prevista dell'avviso comprende 18 proposte progettuali, per la formazione di diverse figure professionali, assegnate per oltre il 60 per cento a sedi dislocate nella Provincia di Cagliari e per la restante parte a sedi dislocate nelle altre province ad esclusione di quella di Nuoro;

evidenziato che:
- un importante finanziamento per la lotta alla dispersione scolastica e per la realizzazione di nuovi percorsi triennali per l'assolvimento dell'obbligo scolastico, in alternativa alla scuola secondaria superiore, dovrebbe essere distribuito in tutto il territorio regionale;
- tra le proposte finanziate sono compresi i progetti formativi dislocati nelle sedi dei maggiori centri della Sardegna tranne che per le sedi di Nuoro, nonostante l'altissima percentuale di dispersione scolastica del territorio;

valutata:
- l'importanza di offrire concrete possibilità di istruzione e formazione professionale nelle aree più svantaggiate della Sardegna ed in particolar modo in quei territori già interessati da una profonda crisi economica e occupazionale nonché penalizzati dai limiti dettati dalla morfologia del territorio che, inevitabilmente, ne favorisce l'isolamento e l'abbandono scolastico;
- la necessità di dover garantire la massima partecipazione degli utenti (giovani di età compresa tra 14 e 17 anni) in maniera omogenea in tutto il territorio regionale nel rispetto dei principi di non discriminazione, parità di trattamento, proporzionalità e trasparenza,

chiedono di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale per sapere:
1) quali azioni intendano adottare, o far adottare, al fine di consentire anche ai giovani della provincia di Nuoro di frequentare i percorsi triennali di istruzione e formazione professionale;
2) come mai non sia stata prevista una equa ripartizione territoriale delle risorse (anche in base ai dati sulla dispersione scolastica) durante la predisposizione dell'avviso o in sede di valutazione delle proposte;
3) se ritengano opportuno destinare delle risorse straordinarie aggiuntive al fine di consentire l'attivazione di progetti formativi nelle aree disagiate della Sardegna e con un'alta percentuale di dispersione scolastica al fine a ridurre e prevenire il drammatico fenomeno dell'abbandono scolastico precoce.

Cagliari, 8 novembre 2016